Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.096,06
    +504,79 (+1,71%)
     
  • Nasdaq

    12.024,10
    +143,47 (+1,21%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1876
    +0,0031 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    16.138,44
    +557,30 (+3,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    380,50
    +10,75 (+2,91%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.636,33
    +58,74 (+1,64%)
     

EdiliziAcrobatica emette bond da 10 milioni euro con Intesa Sp

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 lug. (askanews) - EdiliziAcrobatica ha firmato con Intesa Sanpaolo un contratto per l'emissione di un bond da 10 milioni di euro, nel quadro di una più ampia operazione chiamata "Elite - Intesa Sanpaolo basket bond". Lo comunica la società specializzata nei lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, quotata sul segmento Aim Italia gestito da Borsa Italiana e su Euronext Growth. Le obbligazioni saranno sottoscritte integralmente da Intesa Sanpaolo, emesse in un'unica tranche, e non saranno quotate. Il tasso d'interesse sarà un tasso fisso pari al 3,30% su base annua, mentre la durata del prestito obbligazionario sarà di sette anni. L'emissione del bond "è finalizzata allo sviluppo di nuovi mercati attraverso il potenziamento della presenza commerciale, continuazione e consolidamento del processo di internazionalizzazione, nuove linee di business anche attraverso operazioni di merger & acquisition di aziende o singoli rami d'azienda, nonchè al potenziamento o razionalizzazione o efficientamento delle aree produttive sia italiani sia esteri, per rafforzare la presenza sui mercati di riferimento e sviluppare il capitale circolante in relazione alla crescita dei ricavi". "Non è un caso - ha detto il fondatore e amministratore delegato di EdiliziAcrobatica, Riccardo Iovino - che abbiamo deciso di dare corso a questa operazione proprio in un momento di incertezza dei mercati: l'obiettivo di espansione che ci siamo posti, che prevede di replicare in tutta Europa un modello di business perfettamente scalabile come quello italiano, è ambizioso ma alla nostra portata, a maggior ragione se pianificato e perseguito con largo anticipo e con i mezzi finanziari necessari".