Italia markets close in 5 hours 33 minutes
  • FTSE MIB

    21.314,69
    -518,81 (-2,38%)
     
  • Dow Jones

    31.029,31
    +82,32 (+0,27%)
     
  • Nasdaq

    11.177,89
    -3,65 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    26.393,04
    -411,56 (-1,54%)
     
  • Petrolio

    109,40
    -0,38 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    18.349,59
    -1.039,15 (-5,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    409,59
    -30,07 (-6,84%)
     
  • Oro

    1.812,60
    -4,90 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,0432
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • S&P 500

    3.818,83
    -2,72 (-0,07%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.432,24
    -82,08 (-2,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8593
    -0,0018 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    0,9996
    +0,0031 (+0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,3466
    +0,0007 (+0,05%)
     

Educazione finanziaria, intesa tra 4 governatori banche centrali

(Adnkronos) - Con un patto per la promozione dell’educazione finanziaria si chiude ‘Young Factor’, la tre giorni organizzata a Milano dall’Osservatorio permanente Giovani-Editori. A firmare il memorandum of understanding sono stati il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco e gli omologhi Pablo Hernández de Cos (Banco de España), François Villeroy de Galhau (Banque de France) e Klaas Knot (De Nederlandsche Bank). Si tratta di "un impegno importante, solenne, che li vedrà coinvolti nell’international advisory board dell’Osservatorio permanente Giovani-Editori – ha detto il presidente, Andrea Ceccherini - con l’obiettivo di portare in Europa più educazione economico finanziario, che non è più un optional ma un must".

"Rispetto al passato, i grandi cambiamenti che ci attendono richiedono oggi una maggiore attenzione alla formazione dei giovani, che hanno bisogno di competenze adeguate per dispiegare appieno il loro potenziale innovativo", si legge nel documento sottoscritto dai quattro banchieri centrali, in cui viene sottolineato che "l'educazione economica e l'alfabetizzazione finanziaria svolge un ruolo fondamentale, consentendo ai giovani di confrontarsi con le innovazioni dell'economia globale e delle società".

"Questa è una sfida per noi", ha detto François Villeroy de Galhau, governatore Banque de France. "Per prendere le decisioni giuste, abbiamo bisogno di cittadini che ci spingono nella direzione giusta, capendo l’economia e il suo funzionamento", ha osservato Pablo Hernández de Cos, governatore Banco de España.

"L’educazione finanziaria – ha sottolineato Visco – fa parte di un’educazione più ampia ed è anche comprensione dei rischi". Il presidente De Nederlandsche Bank, Klaas Knot, infine, ha evidenziato come "l’educazione finanziaria sia importante innanzitutto per evitare grossi errori finanziari, che magari poi si pagano per molti anni, e che spingono alle disuguaglianze sociali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli