Italia Markets closed

Effetto Kudlow su azionario Asia, Borsa Tokyo chiude in rialzo +0,70%

Laura Naka Antonelli

L'indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,70% a 23.303,32 punti, beneficiando delle rinnovate speranze su un accordo imminente tra Stati Uniti e Cina sulla Fase 1 dell'intesa commerciale.

Il consulente economico alla Casa Bianca, Larry Kudlow, ha detto che gli Stati Uniti e la Cina sono vicini a siglare una intesa sulla "Phase One". "I negoziati con la Cina - ha riferito - sono stati molto costruttivi".

Più cautela da parte del portavoce del Ministero del commercio cinese Gao Feng, che ha sottolineato come cruciale, per il raggiungimento di una intesa volta a scongiurare l'escalation della guerra commerciale, sia la cancellazione, da parte dell'amministrazione Trump, di alcuni dazi imposti sui beni cinesi.

Dal fronte macroeconomico del Giappone, resa nota la lettura finale del dato relativo alla produzione industriale di settembre, che ha indicato una crescita, su base mensile, dell'1,7%, meglio del +1,4% della lettura preliminare, e in deciso recupero rispetto al calo precedente dell'1,2%.

Su base annua, il trend è stato di un rialzo dell'1,3%, contro il +1,1% del dato preliminare e il tonfo del 4,7% di agosto.

La borsa di Shanghai rimane cauta, con un calo dello 0,18%, mentre salgono Hong Kong +0,19%, Sidney +0,87% e Seoul +0,89%.

Oggi la People's Bank of China, banca centrale della Cina, ha iniettato 200 miliardi di yuan nel sistema finanziario cinese, attraverso operazioni di prestiti a medio termine. L'iniezione di liquidità è la seconda dall'inizio del mese. I tassi di interesse sul medium-term lending facility (Mlf) a un anno sono stati lasciati invariati al 3,25%.

Novità da Alibaba, il colosso dell'e-commerce cinese, che ha annunciato formalmente la sua seconda operazione di Ipo (la prima a New York nel 2014), sul mercato di Hong Kong. Le contrattazioni partiranno il prossimo 26 novembre.

Il colosso dell'e-commerce fondato da Jack Ma ha reso noto che con lo sbarco in Borsa raccoglierà fino a $13,8 miliardi di dollari. Alibaba emetterà 500 milioni di nuove azioni ordinarie, oltre a 75 milioni di opzioni "greenshoe".

Dei 500 milioni di nuovi titoli emessi, 12,5 milioni saranno offerti agli investitori retail a un prezzo non superiore ai 188 dollari di Hong Kong (l'equivalente di 24 dollari circa). Il prezzo finale delle azioni sarà reso noto entro il prossimo 20 novembre.