Italia markets open in 4 hours
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,20 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,65 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.868,40
    +4,08 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,1906
    -0,0018 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    42.464,86
    +540,76 (+1,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.021,80
    +78,63 (+8,34%)
     
  • HANG SENG

    28.602,58
    -495,71 (-1,70%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     

Effetto "Mandalorian": Hasbro fa il boom di vendite di giocattoli Star Wars

Gaia Terzulli
·3 minuto per la lettura
Effetto
Effetto

Nel 2020 il marchio di Rhode Island ha visto aumentare gli incassi del 70%. Merito di Baby Yoda, protagonista de The Mandalorian

Hasbro sta dimostrando che non ha bisogno dei film al cinema per vendere giocattoli. Nell’anno della pandemia, con i grandi schermi spenti e i palchi vuoti, la società con sede a Rhode Island ha assistito a un aumento del 70% delle vendite di prodotti per l’infanzia.

TUTTI PAZZI PER BABY YODA

Un’impennata a cui ha contribuito soprattutto il pupazzo di Grogu, meglio noto come Baby Yoda, tra i personaggi protagonisti della serie The Mandalorian, la prima ambientata nell’universo di Guerre Stellari. Insieme alle spade laser giocattolo, i pupazzi della versione bambina del Maestro Yoda hanno contribuito a risanare il crollo di vendite che la Hasbro ha accusato l’anno scorso, pari al -12% di quello precedente.

LO "STREAMING POWER"

Questo perché Disney + ha contribuito con le serie TV a compensare la mancata distribuzione di film nelle sale. “È un risultato grandioso per noi vedere quanto vengano apprezzati i contenuti in streaming”, ha riferito a CNBC il CEO di Hasbro, Brian Goldner. “Sapere che decine di milioni di persone guardano un contenuto per un certo lasso di tempo ci consente di organizzare la produzione”.

L'IMPENNATA DEGLI INCASSI

E così gli incassi di Hasbro sono aumentati del 21% (1,72 miliardi di dollari) durante il quarto trimestre del 2020, superando la stima di 1,69 miliardi di Refinitiv. Un risultato a cui hanno contribuito, oltre a Baby Yoda, i giochi da tavolo Jenga, Scrabble e Dungeons & Dragons. E dire che quando Baby Yoda fece il suo debutto nello schermo, nel 2019, Hasbro non fu subito in grado di sfruttarne la popolarità. Gli showrunners di The Mandalorian, Jon Favreau e Dave Filoni, scelsero di non condividere immagini del lillipuziano verde con i produttori di giocattoli, temendo, in qualche modo, di danneggiare l’aspetto del personaggio. Ma la domanda dei consumatori cresceva e Hasbro dovette affrettarsi a far entrare Baby Yoda in commercio. Alla fine del 2020, quando è stata lanciata la seconda stagione di The Mandalorian, l’azienda di Rhode Island ha potuto includere anche l’alieno dalle orecchie a punta nelle sue spedizioni natalizie.

IN ARRIVO OBI WAN KENOBI

E presto anche gli altri eroi di Guerre Stellari potrebbero finire sugli scaffali dei negozi con il marchio Hasbro: Disney + prevede il lancio di almeno altri nove film di Star Wars nei prossimi anni, con i personaggi che ne hanno fatto un’epica, come Obi Wan Kenobi, Ahsoka Tano e Boba Fett. Eroi che impegneranno anche i produttori di giocattoli Hasbro fino al 2023, quando Rogue Squadron – lo squadrone aeronautico immaginario guidato da Luke Skywalker – dovrebbe fare il suo debutto sul grande schermo, per la regia di Patty Jenkins.

HASBRO, PATNER VITALE PER DISNEY

“La crescita degli abbonamenti a Disney + è un catalizzatore decisivo, in grado di trainare la domanda di prodotti per l’infanzia”, ha detto Stephanie Wissink, ad della multinazionale americana Jefferies. “Hasbro è uno dei più importanti partner su cui Disney può contare per avvicinare fan di tutte le età ai suoi prodotti”.