Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.102,65
    -99,78 (-0,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8576
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4193
    +0,0068 (+0,48%)
     

Elezioni 2022, la prima reazione dei mercati premia la stabilità

(Adnkronos) - Piazza Affari è al momento l'unica Borsa positiva in Europa e lo spread sale ma non strappa . La prima reazione dei mercati di fronte ai risultati delle elezioni 2022 scommette sulla stabilità o, almeno, sulla prospettiva che il Paese possa avere un governo stabile. Il vero nemico degli investitori è, da sempre, l'incertezza e un quadro politico che delinea una maggioranza ampia viene considerato comunque favorevole. La vera prova arriverà comunque con la formazione del governo e le prime scelte rispetto al collocamento internazionale, al rapporto con l'Europa, e alle prime decisioni di politica economica.

Per ora, però, i numeri sono positivi. A metà della prima seduta settimanale, le principali Borse europee perdono terreno. Milano è invece l'unica a rimanere in territorio positivo (+0,65%) con il Ftse Mib che sale a 21.206 punti. Crolla Londra, che rispetto a questa mattina (+0,54%) scivola a -0,62%. Anche Parigi in rosso (-0,13%). Francoforte, pur migliorando leggermente, rimane a -0,07%.

Lo spread è in rialzo a metà giornata. Il differenziale tra Btp e Bund tedeschi si attesta a 240 punti base, 3 in più rispetto ai 237 di questa mattina. Spicca l'andamento del Btp a 10 anni che registra un rendimento in crescita di 14 punti rispetto alla chiusura di venerdì e supera quota 4,50% (4,52% alle 13,40) valore che non toccava più da 9 anni (settembre 2013).

Gli analisti spiegano a caldo il risultato. Le elezioni italiane si sono concluse con una solida vittoria della coalizione di destra" e "il risultato apre alla possibilità di un governo molto stabile, caratteristica poco ricorrente nella politica italiana, sempre che continui ad esserci unità all’interno della coalizione", sottolinea Algebris. Tra i fattori positivi per gli investitori viene indicato il dato della Lega. "Ha deluso le aspettative e, visto lo scarso risultato ottenuto, risulterà meno decisiva per il nuovo governo e potrebbe persino esercitare una certa pressione sull’attuale leadership, un segnale complessivamente positivo per i mercati. Guardando alla situazione dal punto di vista del mercato, le prossime settimane di formazione del governo saranno decisive".

"La Meloni - continua Algebris - non è molto conosciuta a livello internazionale e non ha esperienza di governo. I mercati sono quindi ancora in fase di sperimentazione, e sono pronti a testare questa nuova leadership giorno dopo giorno, specialmente in questo attuale contesto di volatilità". "La nomina al Ministero delle Finanze e la prossima legge di bilancio saranno i primi elementi chiave da tenere monitorati. Anche la coerenza con il messaggio del precedente governo sulla Russia, sui fondi UE e sulla politica energetica rimarrà sul radar dei mercati" conclude l'analisi.