Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    26.483,40
    -347,60 (-1,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,44
    +41,45 (+6,79%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8895
    +0,0036 (+0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5500
    +0,0125 (+0,81%)
     

Elezioni Usa, pressing Trump su Georgia: "Vinco qui e cambia tutto"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Donald Trump ha chiesto al governatore della Georgia Brian Kemp di convocare una speciale sessione del parlamento locale in modo che i deputati scelgano grandi elettori che sostengano lui e non Joe Biden. Lo scrive il Washington Post citando una persona al corrente della conversazione. La telefonata, scrive il quotidiano, è avvenuta mattina poco prima della partenza di Trump proprio verso la Georgia per un comizio.

Trump ha chiesto inoltre a Kemp di sollecitare una verifica delle firme sui voti per posta. Kemp, riferisce la fonte, non ha accolto le richieste. "Vincerò facilmente e rapidamente in Georgia se il governatore Kemp o il segretario di Stato permetteranno una semplice verifica delle firme. Non è stato fatto, dimostrerebbe incongruenze su larga scala. Perché questi due 'repubblicani' dicono no? Se vinciamo in Georgia, tutti gli altri tasselli si metteranno a posto", twitta trump.

Un portavoce del governatore si è limitato a confermare che vi è stata una telefonata con Trump. Giorni fa un portavoce di Kemp aveva ricordato che la legge della Georgia vieta al governatore di interferire nelle elezioni. Kemp aveva anche fatto sapere di non voler convocare alcuna sessione speciale del parlamento locale per ribaltare la scelta dei grandi elettori dopo che la vittoria è stata assegnata a Biden.