Italia markets open in 5 hours 19 minutes
  • Dow Jones

    34.021,45
    +433,79 (+1,29%)
     
  • Nasdaq

    13.124,99
    +93,31 (+0,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.866,05
    +418,04 (+1,52%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    41.400,78
    -149,84 (-0,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.370,06
    -17,84 (-1,29%)
     
  • HANG SENG

    27.872,69
    +154,02 (+0,56%)
     
  • S&P 500

    4.112,50
    +49,46 (+1,22%)
     

Enel arrivata all'82,3% di Enel Américas, sborsati 1,3 mld

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Enel ha annunciato i risultati dell’offerta pubblica di acquisto volontaria parziale (Opa) sulle azioni e sulle American Depositary Shares (Ads) della controllata quotata cilena Enel Américas. L’Opa si è conclusa lo scorso 13 aprile e sulla base dei dati finali, sono risultate essere portate in adesione un totale di 20,19 miliardi di azioni, risultando così necessaria l’applicazione di un coefficiente di riparto pro-rata pari a circa il 37,7%. Pertanto, Enel ha accettato di acquistare nell’ambito dell’offerta cilena 6,9 miliardi di azioni a un prezzo di 140 pesos cileni in denaro e nell’ambito dell’offerta statunitense, 14,1 milioni di Ads a un prezzo di 7.000 pesos cileni in denaro. Il corrispettivo complessivo di 1.065,2 miliardi di pesos cileni (pari a circa 1,3 miliardi di euro) è finanziato, precisa Enel, dai flussi di cassa della gestione corrente e dalla capacità di indebitamento esistente. A seguito dell’acquisto, Enel possiede circa l’82,3% dell’attuale capitale sociale di Enel Américas. Si ricorda che l’Opa è stata promossa nell’ambito dell’operazione di riorganizzazione societaria volta ad integrare le attività rinnovabili non convenzionali del Gruppo Enel in Centro e Sud America (escluso il Cile) in Enel Américas.