Italia Markets close in 6 hrs 24 mins

Enel: indebitamento 2020-22 sale a 47,3 mld, +1,4 mld su 2019

Rbr

Milano, 26 nov. (askanews) - Enel prevede nel piano strategico 2020-22 che l'indebitamento finanziario netto aumenti di circa 1,4 miliardi di euro, fino a circa 47,3 miliardi di euro nel 2022, dai 45,9 miliardi di euro stimati per il 2019, principalmente per effetto dell'accelerazione degli investimenti.

Il gruppo tuttavia "grazie al progressivo miglioramento della performance prevede di migliorare in modo significativo le proprie metriche finanziarie e creditizie".

Enel prevede che il costo del debito si riduca al 3,8% nel 2022 dal 4,2% stimato per il 2019, per effetto del calo dei tassi di interesse, del miglioramento delle metriche creditizie del gruppo, oltre che della progressiva sostituzione degli strumenti finanziari tradizionali con strumenti finanziari sostenibili, con un comprovato effetto positivo sul costo delle emissioni.

In particolare "si prevede che le fonti totali di finanziamento raggiungano circa 42,1 miliardi di euro cumulati nell'arco di piano, sostenute da una maggiore cash conversion dell'Ebitda, che porterà un miglioramento del rapporto tra flussi di cassa operativi e indebitamento finanziario netto al 29% nel 2022, da circa il 25% previsto per il 2019; inoltre, si prevede che il rapporto tra indebitamento finanziario netto ed Ebitda diminuisca nel periodo di piano a 2,3 volte nel 2022 rispetto a 2,6 volte previsto per il 2019".