Italia markets closed

Enel, premiata dalla no profit CDP per leadership sul clima

Fgl

Roma, 20 gen. (askanews) - Enel è stata inclusa nella "Lista A" per il cambiamento climatico pubblicata da CDP, l'organizzazione globale non-profit che si occupa dell'impatto sull'ambiente, che mette a disposizione la più importante piattaforma per valutare la performance delle imprese nella lotta contro il cambiamento climatico. Endesa, la controllata spagnola di Enel, ha ricevuto un punteggio A-.

"L'inserimento nella "Lista A" di CDP rappresenta il riconoscimento del nostro impegno attivo per contrastare il cambiamento climatico promuovendo la decarbonizzazione dei sistemi di produzione di energia, contribuendo al contempo alla diminuzione delle emissioni in altri settori grazie all'elettrificazione della domanda di energia," dichiara Francesco Starace, Amministratore delegato e Direttore generale di Enel. "La scelta strategica che abbiamo fatto nel 2015 di passare a un modello di business sostenibile e integrato ha consentito a Enel di posizionarsi come leader nella transizione verso un'economia senza emissioni, per essere preparata al meglio alle sfide del cambiamento climatico".

Enel è una delle aziende con le migliori performance tra quelle incluse nella "Lista A" sulla base dei report 2019 sul clima di CDP che ha visto la partecipazione di oltre 8.400 società.

Nel 2019, ricorda la società, Enel ha ulteriormente rafforzato il proprio impegno nei confronti del clima fissando per il 2030 un obiettivo di riduzione delle proprie emissioni dirette di gas a effetto serra per kWh del 70% rispetto al 2017. Per raggiungere questo obiettivo, entro il 2022 il Gruppo prevede di sviluppare 14,1 GW di nuova capacità rinnovabile e ridurre la produzione di carbone del 74% rispetto al 2018.

Enel si è impegnata a investire oltre il 50% (14,4 miliardi di euro) della propria spesa capex totale per la decarbonizzazione, supportando l'obiettivo del Gruppo di decarbonizzare interamente il proprio mix tcnologico entro il 2050.