Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.228,38
    -3.995,06 (-8,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Enel si prepara a rilevare controllo Ufinet in America Latina - fonti

·2 minuto per la lettura
Il logo Enel a Milano

di Andres Gonzalez e Stephen Jewkes

MADRID (Reuters) - Enel si sta preparando a rilevare il controllo completo dell'operatore di reti in fibra ottica Ufinet esercitando un'opzione per acquistare la quota del 79% detenuta dal fondo di private equity Cinven.

Lo hanno riferito tre fonti a conoscenza della situazione, aggiungendo tuttavia che una decisione finale sulla struttura dell'operazione non è stata ancora presa.

Enel, che controlla già il 21% dell'operatore sudamericano, potrebbe pagare fino a 2,1 miliardi di euro per la quota non ancora in suo possesso, secondo le fonti.

Enel e Cinven non hanno commentato.

Le reti in banda larga stanno attirando l'interesse degli investitori, con i consumatori che utilizzano sempre più dati e servizi Tv tramite dispositivi mobili e casalinghi, un trend che ha visto un'accelerazione durante i lockdown da coronavirus.

Enel ha detto in precedenza di voler replicare l'esperienza della rete italiana in fibra Open Fiber in altre parti del mondo. Il gruppo ha deciso di vendere la maggior parte della quota del 50% di Open Fiber al fondo australiano di infrastrutture Macquarie.

Lo scorso novembre il Ceo di Enel Francesco Starace ha detto che Macquarie potrebbe essere un partner potenziale per Ufinet, tra altri possibili candidati. Una volta assicuratasi il controllo di Ufinet, Enel intende avviare un processo per trovare un acquirente per una quota fino al 49% e utilizzare i fondi per finanziare un'ulteriore espansione, sfruttando le alte valutazioni di questi asset, secondo una delle fonti.

Enel, che controlla la utility spagnola Endesa, ha consistenti attività nel campo dell'energia in America Latina e ha lanciato un'attività di servizi finanziari in Colombia. Ufinet gestisce oltre 75.000 kilometri di fibra ottica in America Latina e negli Stati Uniti. Enel ha acquistato la quota del 21% in Ufinet nel 2018, quando la londinese Cinven ha diviso in due l'azienda, vendendo il 100% delle attività in Spagna al fondo di infrastrutture Antin e quelle in America Latina al sesto fondo di Cinven. Enel, tramite la controllata Enel X International, perderà il diritto al controllo operativo congiunto di Ufinet se non eserciterà l'opzione entro la fine dell'anno.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli