Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    51.224,46
    -759,54 (-1,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Energia, Gallo: transizione possibile grazie a infrastrutture gas

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 mar. (askanews) - "Come ha ricordato la Commissione europea in più di un'occasione, la transizione energetica è possibile grazie all'esistenza delle infrastrutture del gas naturale, ma queste dovranno essere flessibili, digitali, in altri termini smart, perché dovranno accogliere gas diversi e dovranno essere in grado di gestirli". Lo ha sottolineato l'amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo, nel corso di un webinar dedicato al tema dell'idrogeno organizzato da Rcs academy.

"Nel 2022 - ha detto Gallo - avremo una rete interamente digitale, qualsiasi componente sarà in grado di trasmettere miliardi di dati e di essere controllato. Non c'è nessun operatore in Europa che sta facendo quello che fa Italgas. In questo modo, saremo in grado di gestire gas diversi e avremo altri vantaggi. Per esempio, sul fronte delle emissioni di metano, la nostra tecnologia digitale ci ha permesso di abbattere le emissioni. Dalle nostre reti viene disperso al momento lo 0,01% di gas naturale e siamo certi di poter ulteriormente abbattere questa quota".

Gallo ha ricordato il progetto pilota in Sardegna, "il Power to gas per la produzione di idrogeno verde da fonti rinnovabili". "Da questo - ha spiegato - produrremo anche gas sintetico e inoltre, accanto all'impianto, ci sarà anche una produzione di biometano. Tre fonti che immesse nelle reti native digitali sarde ci permetteranno di testare la compatibilità delle nostre reti, io credo già molto alta, con i gas di origine rinnovabile, a partire dall'idrogeno".