Italia markets open in 3 hours 39 minutes
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,29 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,87 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    26.619,53
    -534,30 (-1,97%)
     
  • EUR/USD

    0,9657
    -0,0031 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    19.544,42
    -261,76 (-1,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    433,54
    -11,00 (-2,47%)
     
  • HANG SENG

    17.970,43
    +37,16 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     

Energia, Landini: non possiamo aspettare voto, Governo agisca ora

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ago. (askanews) - "Siamo dentro una pandemia energetica e salariale, sono molto preoccupato che a un certo punto la situazione scappi di mano, con il gas razionato, i lavoratori in Cig a met stipendio e le bollette raddoppiate. Sarebbe la tempesta perfetta, il rischio sociale elevatissimo. Ecco perché serve subito un nuovo intervento per famiglie e imprese da finanziare ridistribuendo tutti gli extraprofitti, non solo quelli delle aziende energetiche, ma ad esempio anche quelli di banche e farmaceutici, mai cos alti da 10-12 anni". Lo ha detto Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, intervistato da Repubblica.

"Non ci possiamo permettere - è il monito del leader sindacale - di aspettare il nuovo esecutivo o le decisioni dell'Europa sul tetto al gas o su come sconnettere il prezzo dell'elettricità dal gas. Ora è il momento di agire già nei prossimi giorni, abbiamo bisogno di risposte e decisioni ai primi di settembre. Il premier Draghi convochi le parti sociali, imprese e sindacati, come durante il Covid quando il protocollo sulla sicurezza ha consentito al Paese di continuare a lavorare senza chiudere".

A giudizio di Landini il decreto Aiuti bis di luglio da 14 miliardi "non basta e va adeguato. Bisogna definire interventi di emergenza e un piano strategico per l'autonomia energetica fondato sulle fonti rinnovabili che è anche un modo di guardare al futuro e a una nuova politica industriale".