Italia Markets closed

Energia: Ue, Italia e Balcani più vicini anche nel 2020

Red/Rar

Milano, 27 nov. (askanews) - Con l'ultimo dei 4 seminari tecnici e la cerimonia di chiusura, si è conclusa a Roma la seconda fase del Progetto KEP (Know-How Exchange Programme - central European Initiative Support for Strengthening Energy Regulatory Authorities in the Western Balkans) annunciando che per il 2020 è stata finanziata una nuova fase che comprenderà anche la Bulgaria e la Repubblica della Macedonia del nord. Il progetto, attivato da Arera all'interno del Programma InCe/Bers - su richiesta del Ministero degli esteri e della cooperazione internazionale e dell'Organizzazione internazionale l'Iniziativa Centro Europea (InCE) - prevedeva una cooperazione tecnica con i regolatori di Albania, Montenegro e Serbia.

Incentrato sull'implementazione di meccanismi di market coupling nei Paesi dell'area dei Balcani, per favorire la creazione di un mercato elettrico regionale e la sua integrazione con il mercato unico europeo (nel quadro del Western Balkans 6 Process), il progetto si è sviluppato dal 2017 ad oggi attraverso specifiche delibere di Arera e attraverso incontri periodici nei diversi Paesi. La fase finale del progetto si è concentrata sulle concrete misure che i regolatori balcanici dovranno adottare per conformarsi al quadro regolatorio Ue in materia di allocazione di capacità.(Segue)