Italia markets close in 6 hours 36 minutes
  • FTSE MIB

    24.709,50
    -34,88 (-0,14%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,24
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.412,44
    -873,37 (-1,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.296,10
    -95,61 (-6,87%)
     
  • Oro

    1.788,50
    +8,30 (+0,47%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    +0,0049 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.033,79
    +0,80 (+0,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,8664
    +0,0009 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,1002
    -0,0021 (-0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,5002
    +0,0017 (+0,11%)
     

Eni acquisisce italiana Fri-El Biogas Holding

·1 minuto per la lettura
Il logo Eni davanti a una stazione di servizio a Roma

MILANO (Reuters) - Eni, attraverso Ecofuel -- la società del gruppo deputata a gestire gli investimenti nell'economia circolare -- ha raggiunto un accordo con Fri-El Green Power, holding della famiglia Gostner, per l'acquisizione di Fri-El Biogas Holding, società italiana attiva nel settore della produzione di biogas.

Fri-El Biogas Holding, si legge in una nota, possiede 21 impianti per la generazione di energia elettrica da biogas e un impianto per il trattamento della Forsu - la frazione organica dei rifiuti solidi urbani - che Eni intende convertire alla produzione di biometano, con l'obiettivo di immettere in rete, a regime, oltre 50 milioni di metri cubi anno.

Con questa acquisizione Eni rafforza la propria crescita nell'economica circolare ponendo le basi per diventare il primo produttore di bio-metano in Italia, sottolinea il comunicato.

L'operazione rientra nell'ambito della più ampia strategia di decarbonizzazione di Eni, che prevede l'obiettivo del totale abbattimento delle emissioni di processi industriali e prodotti al 2050.

L'accordo è soggetto ad alcune condizioni sospensive, tra cui l'autorizzazione delle autorità antitrust competenti.

(In redazione a Milano Sabina Suzzi, Cristina Carlevaro)