Italia Markets close in 7 hrs 31 mins
  • FTSE MIB

    22.215,88
    +127,52 (+0,58%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,65
    +0,38 (+0,73%)
     
  • BTC-EUR

    27.475,66
    -14,06 (-0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    677,53
    +0,63 (+0,09%)
     
  • Oro

    1.852,50
    -3,70 (-0,20%)
     
  • EUR/USD

    1,2179
    +0,0004 (+0,0365%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.611,21
    +8,80 (+0,24%)
     
  • EUR/GBP

    0,8886
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0782
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,5465
    -0,0034 (-0,22%)
     

Eni conferma strategia transizione al 2023, investimemti +800 mln

Rbr
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 lug. (askanews) - Eni conferma tutti gli altri obiettivi al 2023 riferiti ai business di transizione energetica. In particolare la capacità installata di generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili è prevista raggiungere i 3 GW, mentre i clienti retail gas & power sono attesi raggiungere i 10,5 milioni. La manovra di investimenti complessiva nel quadriennio 2020-2023 si attesta a 27 miliardi di euro, in riduzione di 4,7 miliardi di euro rispetto al Piano originariamente approvato per effetto delle azioni decise per gli anni 2020-2021 nel business Upstream. Ai business di transizione, ed in particolare a progetti per bio-raffinerie, generazione rinnovabile e crescita clienti retail, "sono stati viceversa allocati fondi incrementali per 800 milioni di euro suddivisi sugli anni 2022-2023", chiarisce il gruppo che oggi ha ribisto la strategia di breve e medio temine per gli effetti del Covid-19. "L'incremento dei target di crescita per questi business - spiega Eni - a seguito di questa maggiore allocazione di risorse sarà comunicata entro la data della prossima strategy presentation. Come conseguenza di queste revisioni, gli investimenti "green" rappresenteranno il 17% della spesa complessiva nel quadriennio (12% nel precedente piano approvato), raggiungendo il 26% del totale investimenti nell'anno 2023.