Italia Markets open in 1 hr 50 mins

Eni, Descalzi: dazi non geopolitica impattano su prezzo greggio

Rbr

Roma, 10 ott. (askanews) - Ormai sono i dazi e non più la geopolitica i fattori più impattanti sul prezzo del greggio. Ed è "la prima volta che si vede". Lo ha sottolineato l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, a margine degli Eni Award 2019 al Quirinale. Alla domanda se sia preoccupato dalle invasioni turche in Siria meridionale Descalzi ha spiegato come "siamo preoccupati noi come sono preoccupati tutti. Quello che sta avvenendo è alquanto imprevedibile, come quello che sta avvenendo tra Turchia e Siria".

"Noi lì - ha aggiunto - non ci siamo fortunatamente ma coinvolge tutto il Medio Oriente e il Nord Africa. Siamo attenti a seguire le evoluzioni. Ma una geopolitica alquanto instabile, basti guardare a quello che sta avvenendo in Libia, Venezuela, Iran e Siria non sta impattando sul prezzo del petrolio che è a 59 dollari anche dopo quello che è avvenuto in Arabia". Altre cose - ha detto Descalzi - stanno impattando. "La crescita economica legata ai dazi e quindi a una chiusura e non a una apertura sta impattando più della geopolitica. Ed è la prima volta che si vede. I dazi creano delle monadi e non si riesce a vendere il surplus. Vediamo il concetto di geopolitica minimizzato dalle tariffe e dai dazi".