Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.638,34
    +42,00 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    10.967,77
    -47,12 (-0,43%)
     
  • Nikkei 225

    27.686,40
    -199,47 (-0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,0516
    +0,0047 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    15.992,44
    -270,62 (-1,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    394,70
    -7,33 (-1,82%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • S&P 500

    3.938,30
    -2,96 (-0,08%)
     

Eni, Descalzi: pronti a garanzie per gas in Austria

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 ott. (askanews) - Eni è pronta a pagare 20 milioni di euro di garanzie al trasportatore austriaco al posto di Gazprom per far arrivare in Italia il gas fermo prima di Tarvisio. Lo ha detto l'ad , Claudio Descalzi, a margine degli Eni Award.

Il blocco - ha spiegato - "è dovuto al fatto che Gazprom avrebbe dovuto dare una garanzia fisica in funzione del passaggio di questo gas al trasportatore che porta il gas dall'Austria l'Italia cosa che prima non c'era, e Gazprom non ha pagato quindi diventa difficile pensare che una società che vuole pagare in rubli possa mettere delle garanzie in euro per un passaggio".

"Noi stiamo vedendo come e se possibile subentrare o al trasportatore o a Gazprom. Si parla di 20 milioni di garanzie su miliardi di euro che passano quindi adesso vediamo se riusciamo a subentrare e facciamo questo sforzo", ha aggiunto Descalzi.

"È una cosa che si poteva evitare ovviamente. Il gas é già in Austria e in Germania, non è nelle mani di Gazprom. sto facendo fare analisi di compliance entro questa settimana spero che questo problema possa essere risolto", ha concluso Descalzi.