Italia markets open in 6 hours 50 minutes

Eni e banche frenano Piazza Affari, STM svetta sul Ftse Mib

Titta Ferraro

Primi scorci di seduta senza verve per Piazza Affari. Il Ftse Mib, reduce dal rally della vigilia, cede lo 0,45% a 19.360 punti. Ieri sui mercati è ritornato l'ottimismo con i nuovi casi negli Stati Uniti scesi sotto i 40.000 giornalieri per la prima volta negli ultimi giorni e si spera che misure come l'applicazione forzata delle maschere possano aiutare a limitare la diffusione del virus. Oggi buone indicazioni dalla Cina con il miglioramento dei sondaggi PMI manifatturieri (50,9) e non manifatturieri (54,4) a giugno.

Sul parterre di Piazza Affari ritracciano le banche (-0,6% Unicredit, -1,1% Banco BPM) ch erano state protagoniste in positivo alla vigilia. Male anche ENI che cede l'1,41% a 8,53 euro.

Tra i segni più spicca STM (+1,4%) in scia alle indicazioni arrivate da Micron Technology. La società americana leader nel settore delle memorie ha riportato risultati del terzo quarter (finito a maggio) con un fatturato pari a 5,4 mld di dollari (+14%) di poco superiore alle attese ($5,3 mld). La guidance di fatturato per quarto trimestre che chiuderà ad agosto è un range fra 5,75- 6,25 mld, con il mid-point a 6 mld (+23%) nettamente sopra le attese.