Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.381,35
    -256,37 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,26 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,14 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.519,18
    -179,08 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,53 (-2,86%)
     
  • BTC-EUR

    30.396,94
    -420,95 (-1,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    701,93
    -33,21 (-4,52%)
     
  • Oro

    1.827,70
    -23,70 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.573,86
    +77,00 (+0,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,55
    -41,82 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8887
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0759
    -0,0034 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5369
    +0,0008 (+0,05%)
     

Eni: livello di risparmio costi più forte che migliorerebbe la flessibilità sulla generazione di cassa.

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

Una delle priorità più importanti di Eni è quella di raggiungere gli obiettivi climatici. Così in un’intervista al FT il CFO Francesco Gattei secondo cui il gruppo ha contratto finanziamenti il cui tasso è legato al raggiungimento dei target di capacità di energia rinnovabile. Dall’intervista emerge inoltre che ENI ha ridotto il cash breakeven a $50-55/bbl Brent. Tuttavia i nuovi scenari di “guerra” sul mercato petrolifero indotti dalla pandemia rende non più adeguato quel livello ed ENI cercherà di raggiungere i $40-45 bbl di cash breakeven. “L’intervista a Gattei – dice Equita - potrebbe segnalare quindi un livello di capex più contenuto nel medio termine e/o un livello di risparmio costi più forte che migliorerebbe la flessibilità di ENI sulla generazione di cassa”.