Italia markets closed

Eni: in piano +3,5% annuo produzione upstream fino al 2025 -2-

Bos

Milano, 28 feb. (askanews) - Tra i principali obiettivi del piano strategico di lungo termine dell'Eni c'è poi la "resilienza e flessibilita delle riserve 3P": 20 Usd/bl di breakeven medio, incasso del 94% del loro valore entro il 2035 assumendo un prezzo Brent costante a 50 Usd/bl. Flessibilità nel modulare investimenti futuri di esplorazione e sviluppo in funzione dell'evoluzione del mercato.

Sul fronte della sostenibilita delle produzioni gas, Eni prevede progetti di conservazione delle foreste e di cattura e stoccaggio della CO2 per un totale di oltre 40 milioni di tonnellate/anno al 2050 e "produzione di energia elettrica da gas associata a progetti di cattura e stoccaggio della CO2 che integrerà al meglio la fornitura da rinnovabili".

Le rinnovabili sono previste in forte crescita a oltre 55 GW al 2050. Lo sviluppo sarà "in prevalenza nei paesi Oecd per la fornitura di energia elettrica ai nostri clienti, previsti nel mercato retail in aumento oltre i 20 milioni al 2050".

Nell'ambito della raffinazione, Eni prevede "una graduale conversione dei siti italiani ricorrendo a nuove tecnologie per la produzione di prodotti decarbonizzati da riciclo di materiali di scarto. Si punta poi all'incremento della capacità della raffinazione "bio" a 5 milioni di tonnellate, palm oil free a partire dal 2023, 7 anni prima del limite previsto dalla regolamentazione europea.

Sul fronte marketing è prevista la "trasformazione da stazioni di servizio a punti di vendita per la distribuzione esclusiva di carburanti sostenibili di nuova generazione e altri servizi differenziati".

Nella chimica, infine, Eni perseguirà la "conversione progressiva dei siti esistenti ricorrendo a tecnologie per produzioni piu specializzate, 'bio' e riciclo delle plastiche".