Italia Markets closed

ENI rialza la testa

Investimenti Bnp Paribas
·1 minuto per la lettura

Dall’inizio dello scorso novembre le quotazioni di ENI sono riuscite a rialzare la testa, portandosi nuovamente al di sopra dei 9 euro per azione. A sostenere gli acquisti sul titolo del Cane a sei zampe sono stati in particolar modo i rialzi del petrolio greggio, che a sua volta ha beneficiato degli acquisti dovuti al maggior ottimismo sulla ripresa della domanda globale con l’arrivo dei vaccini anti-Covid e le decisioni dell’Opec Plus. Ricordiamo infatti come l’Arabia Saudita ha di recente deciso di effettuare ulteriori tagli alla produzione per un milione di barili al giorno. ENI beneficia anche della svolta green accelerata dalla pandemia di coronavirus. Pochi giorni fa infatti è stato reso noto che ai progetti dell’azienda per il centro di cattura e stoccaggio di Ravenna e per la realizzazione o conversione di altri impianti verranno assegnati 2,7 miliardi di euro del Recovery Fund. Al momento le azioni ENI potrebbero proseguire la loro corsa in caso di rialzi oltre i 9,06 euro per azione.

SCENARIO RIALZISTA

Long su recuperi di forza da 9,06 euro con stop loss a 8,91 euro e obiettivo a 9,30 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Le strategie short si attiverebbero in caso di discesa sotto 8,91 euro. Stop loss localizzato a 9,15 euro e target a 8,75 euro.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online