Italia Markets open in 1 min

Erdogan stringe la presa sull'economia e la lira va di nuovo giù

Voz

Roma, 10 lug. (askanews) - Nuovo scivolone della lira della Turchia sul mercato dei cambi, all'indomani della cerimonia di giuramento del presidente rieletto Recep Tayyip Erdogan, che oltre a rafforzare i suoi poteri e le sue capacità di intervento sull'economia ha nominato il genero, Berat Albayrak al posto chiave del ministero delle Finanze. Il dollaro è schizzato fino a 4,74 lire, riavvicinando il picco post elezioni (4,90), successivamente ritraccia solo modestamente a 4,7053 lire.

In rialzo anche l'euro sulla valuta turca, dopo aver superato 5,56 lire la moneta condivisa nel pomeriggio si attesta a 5,513. In generale sui mercati si teme che il rafforzato interventismo di Erdogan, in particolare sulla politica monetaria e la Banca centrale, possa compromettere la linea di fermezza che sarebbe necessaria per contrastare l'inflazione galoppante e i deprezzamenti della valuta nazionale.