Italia markets close in 1 hour 56 minutes
  • FTSE MIB

    24.450,10
    -150,25 (-0,61%)
     
  • Dow Jones

    33.704,71
    +27,44 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    13.996,24
    +0,14 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.620,99
    -130,61 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    61,47
    +1,29 (+2,14%)
     
  • BTC-EUR

    53.467,32
    +393,60 (+0,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.380,53
    +4,75 (+0,35%)
     
  • Oro

    1.737,10
    -10,50 (-0,60%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.140,37
    -1,22 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    28.900,83
    +403,58 (+1,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.970,74
    +3,75 (+0,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,8684
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1034
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,5034
    +0,0060 (+0,40%)
     

Esselunga regina di utili, Eurospin star di redditività

·1 minuto per la lettura

Chi vince e chi perde nella grande distribuzione? Secondo l'ultimo rapporto dell'Area Studi di Mediobanca, Esselunga si conferma regina di utili, Eurospin è al top della redditività, Tigros corre veloce, mentre cresce il fenomeno dei drugstore in Italia e il prestito soci del sistema Coop appare in costante declino.

In particolare, Esselunga tra il 2015 e il 2019 ha cumulato 1,34 miliardi di utili, seguita da Eurospin (1,016 miliardi), Conad (879 milioni) e VéGé (839 milioni). Nello stesso periodo, invece, Carrefour ha cumulato perdite per 603 milioni e Coop per 252 milioni. Esselunga, inoltre, detiene il primato internazionale quanto a vendite per metro quadro nei confini nazionali: con 15.900 euro precede le britanniche JSainsbury (13.600) e Tesco (11.500).

VIDEO - Carrefour: proprietà, storia, fatturato

Lidl Italia è campione di crescita delle vendite tra il 2015 e il 2019: +8,7% medio annuo, seguita da Eurospin e Agorà appaiate al +7,6%. Segue il trio Lillo-MD (+6,9%), VéGé (+5,3%) e Crai (+5,2%). In termini di redditività del capitale investito primeggia Eurospin (20,2%), seconda nel confronto internazionale dietro solo all'australiana Coles. Seguono Lillo-MD (16,5%), Agorà e Lidl Italia al 12,9% e Crai all'11,9%.

Da segnalare la crescita dei 32 drugstore italiani, che hanno realizzato nel 2019 vendite per 3,6 miliardi, in aumento dell'5,1% sull'anno precedente, con una forza lavoro complessiva che sfiora le 13mila unità.

LEGGI ANCHE: Esselunga e Ipercoop i preferiti dagli italiani: ecco perché

LEGGI ANCHE: Conad, Esselunga, Lidl o Despar...qual è l'insegna più amata?