Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.144,31
    +82,76 (+0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.840,71
    +3,72 (+0,03%)
     
  • Nikkei 225

    27.833,29
    +285,29 (+1,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1809
    +0,0039 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    32.301,31
    +2.969,30 (+10,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    906,07
    -9,42 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    26.192,32
    -1.129,66 (-4,13%)
     
  • S&P 500

    4.422,30
    +10,51 (+0,24%)
     

EssiLux valuta se ritirare acquisizione Grandvision dopo esito arbitrato

·2 minuto per la lettura
Il nome Luxottica riflesso su un paio di occhiali da sole

AMSTERDAM (Reuters) - Il produttore di occhiali EssilorLuxottica ha detto ieri che sta valutando la possibilità di ritirare la proposta di acquisizione da 7,2 miliardi di euro per la catena di ottici olandese Grandvision, dopo che un arbitrato internazionale le ha dato la facoltà di non portare a termine l'operazione.

Il titolo Grandvision scivola del 7% dopo la notizia, mentre EssilorLuxottica perde 1,5%.

Ieri, una corte arbitrale nei Paesi Bassi ha stabilito che Grandvision ha violato gli obblighi dell'accordo di acquisizione e che quindi EssilorLuxottica non è più vincolata a tale accordo.

EssilorLuxottica, gigante delle lenti e delle montature nato dalla fusione della francese Essilor con l'italiana Luxottica, ha detto in un comunicato di aver accolto con favore la decisione.

"EssilorLuxottica sta valutando tutte le opzioni in relazione all'operazione e comunicherà a tempo debito la sua decisione in merito", si legge.

In una nota gli analisti di KBC Securities ritengono che la notizia sia una sorpresa e un passo indietro preoccupante per Grandvision e il suo socio di maggioranza Hal Trust.

La sentenza ha fatto seguito a due precedenti sconfitte in tribunale per EssiLux, che riteneva che le decisioni prese da Grandvision durante la pandemia di Covid-19 e la mancata comunicazione al riguardo da parte del gruppo olandese violavano gli accordi di compravendita.

Secondo EssiLux, in particolare, Grandvision avrebbe violato gli accordi sospendendo i pagamenti a proprietari di negozi e fornitori e chiedendo aiuti di Stato, senza chiedere prima la sua approvazione.

Grandvision, all'epoca, ha accusato il suo acquirente di voler semplicemente trovare un modo per abbandonare l'accordo, e ieri si è detto deluso dalla decisione della corte arbitrale.

Se l'accordo non dovesse andare avanti, porrebbe fine all'ambizione di Essilux di controllare gli oltre 7.000 punti vendita del gruppo olandese di occhiali in tutto il mondo.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Claudia Cristoferi, Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli