Italia Markets open in 7 hrs 1 min

ETF: ad agosto gli azionari in difficoltà

Federica Pace
 

La stagione estiva si chiude in profondo rosso per gli ETF , con qualche asset in netto rialzo e altri con un trend ribassista: è quanto emerge dal report diffuso da Amundi , una delle principali società di gestione mondiali.

ETF: Trend in ribasso a livello globale con differenze nei singoli assets

A livello mondiale, il saldo per il mese di agosto presenta segno negativo, con perdite in euro per 6,7 miliardi , in buona parte imputabili alle deludenti performance del comparto azionario. Infatti, con un saldo pari a – 27,6 miliardi di euro, gli ETF azionari hanno neutralizzato le buone performance dei fondi a reddito fisso (+ 16,9 miliardi di euro) e di quelli che investono in obbligazioni governative, che hanno realizzato guadagni per 9 miliardi di euro.

Buona parte della perdita è dovuta agli azionari esposti sui mercati emergenti, che hanno particolarmente sofferto negli ultimi mesi.

Male anche i settoriali e gli azionari "intelligenti" smart beta . Si distinguono positivamente gli azionari che investono sul Giappone, gli unici del comparto a concludere il mese di agosto nel segno degli utili

Il comparto obbligazionario conferma la sua crescita costante, chiudendo in modo soddisfacente la stagione estiva.

Lo stesso è stato premiato dagli investitori con 9 miliardi di euro entrate per le obbligazioni governative, e 7,5 miliardi per le aggregate.

In questo trend virtuoso, un leggero segno negativo arriva dalle obbligazioni corporate, che nel mese di luglio avevano portato a casa ottimi risultati.

Il mercato europeo degli ETF

Il risultato globale si riflette, con poche varianti, anche in quello di casa nostra.

L ’azionario registra perdite anche in Europa, con l’esclusione degli smart beta, che hanno riportato risultati positivi, e degli ETF improntati alla responsabilità sociale, identificati dall’ acronimo SRI (social responsible investment), a ulteriore conferma dell’attenzione che gli investitori, specialmente i più giovani, accordano agli investimenti che coniugano redditività e coscienza ambientale e sociale.

Gli asset azionari arrancano anche nel nostro continente, perdendo 9,6 miliardi. A riportare le performance peggiori sono gli azionari mondiali, seguiti dagli azionari dell’Eurolandia e dai fondi azionari mercati emergenti.

Non solo perdite comunque. Tra gli ETF settoriali , bene quelli che investono in aziende operanti nei settori intelligenza artificiale e robotica (con flussi in entrata per 120 milioni) e dei materiali (raccolta a 207 milioni).

Crescita in larga parte annunciata quella dei collocamenti nel settore dell'oro, che beneficiano del rinnovato interesse verso il bene rifugio per eccellenza.

Dall'analisi escono positivamente anche i fondi obbligazionari societari, che superano il traguardo del miliardo di euro, arrivando a 1,7 miliardi.

Di questi, 725 sono stati investiti in titoli di aziende USA. Tra i titoli di Stato i preferiti da chi ha acquistato quote di ETF sono stati quelli della zona euro, altro comparto che in agosto ha superato il miliardo di euro di entrate.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online