Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2051
    -0,0036 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    40.673,69
    +2.869,34 (+7,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    980,67
    +52,44 (+5,65%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

ETH fissa nuovo record di prezzo, ma la crypto lascia gli exchange

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

Nuovo massimo storico per ether (ETH), la criptovaluta della piattaforma blockchain Ethereum. Durante la notte italiana ETH ha fissato il nuovo picco a 1.466,84 dollari USA come è possibile vedere dal nostro grafico dei prezzi di ether.

Ad un anno la seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha così fatto maturare agli investitori che la detenevano da lungo tempo, il +781,15%, mentre il guadagno degli ultimi 3 mesi è stato del +247,02%.

Nelle ultime 24 ore ETH si è apprezzato del +6,21% ed anche nel mercato euro ha fatto registrare il nuovo record a 1.181,99 euro secondo quanto riporta l’exchange di criptovalute Kraken. In euro il record precedente, fissato appena il 19 gennaio scorso, era di 1.180 euro. Bisogna risalire all’11 gennaio 2018, invece, per ritrovare il precedente record di prezzo in euro a 1.031,13.

Da notare che la performance di ETH è in contro tendenza rispetto al prezzo di bitcoin che da alcune settimane vive una fase di incertezza dopo il grande rally.

Prezzo di ETH ai massimi, ma sparisce dagli exchange

Un fatto in solito ci viene segnalato da Decrypt, il quale riprendendo un tweet di Glassnode alerts, una società di analisi della blockchain di Ethereum, ha notato come l’ammontare totale di ETH presenti sugli exchange di criptovalute abbia toccato il livello più basso da 15 mesi a questa parte: 15.423.305,652 ETH.

Come mai da una parte il prezzo aumenta per effetto della crescita di domanda e dall’altra invece 1,5 miliardi in ETH lasciano gli exchange? Cosa sta accadendo?

Ebbene si potrebbe speculare che proprio “la fuga” degli ETH dai crypto exchange stia creando l’aumento del prezzo per penuria della criptomoneta.

Da notare, poi, che i massicci prelievi sono avvenuti nell’ultima settimana, a partire da martedì scorso, quando la gestione della criptovaluta presso gli exchange aveva toccato un picco di 16,6 milioni di ETH.

Ancora Whale Alert, il bot presente su Twitter che segue la traccia delle grandi transazioni operate in criptovaluta, ha notato che buona parte della classe di attività portata via dalle piattaforme di scambio ha raggiunto dei wallet anonimi. L’ultimo trasferimento è avvenuto il 25 gennaio intorno alle ore 9.45 italiane, sono stati spostati 22.406 ETH (31 milioni di USD) da Binance verso un wallet anonimo. Ma si segnalano anche grossi movimenti tra exchange, come una operazione da 8.082 ETH del valore di 11,5 milioni di USD trasferiti da OKEx a Binance.

Perché questi grossi trasferimenti di ETH?

Sono andati nella finanza decentralizzata (DeFi) gli ether prelevati dalle piattaforme di scambio? L’analista contattato da Decrypt ha analizzato i dati di DeFi Pulse e verificato che nell’ultima settimana il livello di ingresso di ETH è rimasto sostanzialmente invariato.

Si fa notare che ad essere cresciuto del 320% da dicembre 2020 ad oggi, è stata la beacon chain di ETH 2.0 che essendo basata su un metodo del consenso Proof-of-Stake (PoS), consente di fare lo staking.

A quanto pare anche le statistiche confermano che circa un terzo dei crypto asset “drenati” dagli scambi sono ora collocati sulla beacon chain per lo staking, ovvero per ottenere interessi passivi mentre si garantisce la sicurezza della nuova rete di Ethereum 2.0.

Il resto degli ETH sarebbe invece in mano ai grossi investitori come Grayscale che stanno comprando anche questa criptovaluta dopo avere investito massicciamente in BTC negli ultimi tre o quattro mesi.

Tuttavia anche investitori privati e piccoli “cassettisti” potrebbero essere all’opera e starebbero trasferendo la classe di attività su wallet personali per metterli al sicuro da attività di hacking che, quest’anno, bisogna attendersi aumenteranno sulle piattaforme di scambio, dati gli alti prezzi delle crypto: le “diligenze” quest’anno sono ricche come non mai.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: