Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.046,84
    -153,83 (-0,45%)
     
  • Nasdaq

    13.888,72
    -163,62 (-1,16%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2039
    +0,0059 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    46.354,07
    -16,74 (-0,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.262,37
    -36,59 (-2,82%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.158,01
    -27,46 (-0,66%)
     

EUR/USD Supera la Resistenza a 1,1770: Consolidamento o Rialzo verso 1,18

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD è stato pressato nei suoi tentativi di ripresa dai rendimenti dei titoli decennali statunitensi, che si sono mostrati ancora rialzisti rendendo il dollaro statunitense più forte e attraente per gli investitori internazionali.

Dal canto suo, invece, l’euro continua a riflettere un contesto macroeconomico molto delicato per l’Unione Europea, con continue chiusure prolungate e un basso livello generale di soggetti vaccinati.

Ciò si traduce, come già ripetuto più e più volte, in un’immagine di ripresa tardiva rispetto al resto del mondo.

Guardando alla sessione di ieri, ad aver influito positivamente sul cambio EUR/USD, in maniera comunque estremamente ridotta, sono state le vendite al dettaglio in Germania a livello mensile, in rialzo del +1,2% (ma comunque al di sotto delle attese). Invece, le richieste di sussidi di disoccupazione negli USA, in rialzo oltre le attese, hanno limitato la corsa di un dollaro comunque ritemprato dall’aumento dei rendimenti USA dopo l’annuncio del Piano Biden da 2,3 trilioni di dollari.

Analisi tecnica per il cambio EUR/USD

Alle ore 9:30 di oggi, il cambio EUR/USD si mostra in lieve rialzo a quota 1,1778, mentre l’indice del dollaro statunitense si è ritirato a 92,89 punti.

Il livello più vicino, quello di 1,1770, rappresentava il principale valore da superare per tentare di approcciare la successiva resistenza a 1,1810 e poi ancora (poco verosimile nel brevissimo termine) quella a 1,1850.

Un calo netto sotto il baricentro attuale di 1,1770 potrebbe invece attrarre nuovi volumi di vendite in grado di pressare il cambio EUR/USD anche fino al supporto di 1,1705, soprattutto se i rendimenti dei decennali statunitensi dovessero continuare a mantenersi elevati.

Sfondata la soglia di 1,1770, non è però escluso che il cambio EUR/USD possa chiudere la settimana iniziando un percorso di consolidamento sotto il livello di 1,18.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: