Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.033,67
    -265,66 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    14.039,68
    -33,17 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2006
    -0,0127 (-1,04%)
     
  • BTC-EUR

    32.144,11
    -1.236,85 (-3,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    959,51
    -32,96 (-3,32%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.223,70
    -22,89 (-0,54%)
     

Euro digitale potrebbe incrementare uso internazionale moneta unica - Bce

·1 minuto per la lettura
Il logo Bce a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La creazione di un euro digitale potrebbe migliorare lo status internazionale della moneta unica, rendendola più semplice da utilizzare per pagamenti o per il risparmio, secondo la Bce.

L'istituto centrale ha spiegato che un euro digitale potrebbe aumentare l'interesse nei confronti della valuta, malgrado lo stato di salute e le dimensioni dell'economia della zona euro siano più importanti.

"Sicurezza, bassi costi di transazione e effetti di bundling, potrebbero favorire l'adozione internazionale di una valuta", secondo la Bce.

Aprire l'euro digitale agli stranieri potrebbe comunque presentare dei rischi, come ad esempio l'apertura di un canale per il riciclaggio di denaro, o facilitare l'attacco contro valute più deboli in tempo di crisi.

Secondo la Bce, questi rischi potrebbero essere affrontati in fase di sviluppo della moneta digitale, ad esempio fissando un tetto massimo di possesso da parte di ogni singolo cittadino europeo, oppure rendendo obbligatoria la trasparenza.

"La trasparenza, o la privacy selettiva, renderebbero possibile mettere in atto una più stretta osservanza e controlli per conoscere il cliente, mettendo sotto controllo eventuali flussi di pagamenti illeciti, sopratutto sulle grandi transazioni", ha commentato la Bce.

"Queste tutele rinforzerebbero la reputazione e la credibilità dell'euro digitale".

Poco meno del 22% delle riserve di valuta estera mondiali erano in euro lo scorso anno, di molto indietro rispetto alla quota del 59% di pertinenza del dollaro.

La Bce non ha ancora ufficialmente deciso se introdurre o meno un euro digitale, ma comunque nessun lancio della nuova valuta è atteso prima di quattro o cinque anni.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)