Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.138,72
    +501,53 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.097,56
    +356,91 (+3,04%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,01
    +0,92 (+0,81%)
     
  • BTC-EUR

    26.589,21
    -1.048,82 (-3,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    618,22
    -11,28 (-1,79%)
     
  • Oro

    1.857,60
    +3,70 (+0,20%)
     
  • EUR/USD

    1,0733
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.147,91
    +90,07 (+2,22%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8496
    -0,0015 (-0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0273
    -0,0014 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,3649
    -0,0053 (-0,38%)
     

Euro Dollaro (EUR/USD) Ancora in Calo: il Supporto Principale è Ancora Debole

Il cambio euro dollaro (EUR/USD) è crollato nuovamente nella giornata di ieri, passando rapidamente dal supporto intermedio di 1,055 fino a nuovi minimi pluriennali sotto il livello di 1,04.

L’ampio sell-off è stato scatenato, come prevedibile, dalla rottura del livello intermedio di 1,047/1,048, che ha stimolato le svendite ben sotto l’EMA a 50 giorni (attualmente a 1,046) per infrangere persino il supporto successivo di 1,04, adesso recuperato.

Per questa chiusura settimanale, il trend resta ancora ribassista e si potrebbe assistere a ulteriori test del supporto attuale.

Precisamente, oggi al momento della scrittura, il cambio euro dollaro segna 1,0408, mentre l’indice del dollaro statunitense si trova a 104,6 punti.

Previsioni sul cambio euro dollaro (EUR/USD)

Per la chiusura settimanale di oggi, il cambio euro dollaro potrebbe proseguire nel suo trend ribassista testando nuovamente il supporto di 1,04.

Un nuovo calo sotto questo livello di prezzo potrebbe permettere al Fiber di dirigersi verso il supporto intermedio di 1,0356, che rappresenta proprio il minimo raggiunto ieri, nel corso dell’ultima contrazione.

Oltre questo livello tecnico, ci sarebbe il supporto principale di 1,03, che non è stato ancora testato in questa fase ribassista del mercato, iniziata con lo scoppio della guerra in Ucraina.

Al rialzo, invece, il cambio euro dollaro (EUR/USD) potrebbe tentare di recuperare il livello intermedio di 1,0450 e poi quello di 1,05. Non si tratterebbe in alcun modo di tentativi di inversione di tendenza, ma la ripresa potrebbe effettivamente limitare ulteriori svendite.

Per un rialzo più ampio, sarebbe invece necessario raggiungere quantomeno i massimi dal 6 Maggio 2022 a quota 1,06 o, meglio, il precedente pivot di 1,0642.

Il calendario economico di oggi

Il calendario economico odierno vede come protagonisti pochi dati di rilievo, dopo il tasso d’inflazione in Francia già rivelato.

Si attendono a breve la produzione industriale dell’Eurozona e, nel pomeriggio, gli aggiornamenti sui prezzi alle importazioni e alle esportazioni negli Stati Uniti su base mensile.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli