Italia markets close in 7 hours 4 minutes
  • FTSE MIB

    21.288,21
    -5,65 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    105,55
    -0,21 (-0,20%)
     
  • BTC-EUR

    18.860,04
    +216,66 (+1,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    424,10
    -7,37 (-1,71%)
     
  • Oro

    1.793,40
    -13,90 (-0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,0458
    -0,0025 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.441,44
    -13,42 (-0,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,8630
    +0,0023 (+0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,0014
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,3509
    +0,0019 (+0,14%)
     

Euro Dollaro (EUR/USD), Previsioni: Lateralità Sotto 1,05

Il cambio euro dollaro rimane stabile in queste ultime sessioni di scambio, sotto il livello tecnico principale di 1,05 e dunque all’interno di un canale ribassista molto pericoloso, che potrebbe portare il cross ai suoi minimi pluriennali.

Il Fiber ha perso quota, dopo le due settimane di rialzi in area 1,07/1,075, a causa delle dichiarazioni della BCE sul programma di acquisti e sull’incremento dei tassi già a Luglio, per la prima volta da molti anni.

La reazione del mercato è stata immediata e il cambio euro dollaro non è riuscito a frenare i ribassi, se non dopo aver raggiunto il supporto attuale di 1,045.

Oggi, al momento della scrittura, il Fiber si trova ancora a quota 1,04745, solo in lieve rialzo rispetto alla chiusura di ieri, mentre l’indice del dollaro USA segna esattamente 105 punti.

Previsioni sul cambio euro dollaro

Al livello attuale, per il cambio euro dollaro (EUR/USD) l’obiettivo principale ribassista resta quello del ritorno ai minimi pluriennali sotto 1,04 e intorno all’area di 1,03/1,035.

Per realizzare ciò, il Fiber dovrebbe riuscire innanzitutto a infrangere il supporto intermedio di 1,045, che si è rivelato relativamente solido. Poi, sarebbe necessario avviare un break-out ribassista oltre un’area di ipervenduto, in cui il prezzo ha stazionato proprio dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, quando le conseguenze del conflitto si sono palesate per l’Eurozona.

Al rialzo, non appare più plausibile un ritorno ai livelli precedenti di 1,07/1,075 nel breve termine, ma con tutta probabilità il cambio EUR/USD potrebbe riuscire a recuperare in parte le perdite di questi giorni in caso di superamento della resistenza di 1,05 ed estensione del nuovo trend almeno fino al livello di 1,06.

Una terza ipotesi da non escludere prevede invece un proseguimento della lateralità intorno a questo livello di prezzo attuale, a 1,045, per il resto della settimana.

Il calendario economico della settimana

Oggi si attendono diversi dati europei, come i prezzi wholesale tedeschi, l’inflazione in Francia, la produzione industriale e la bilancia commerciale a livello dell’Eurozona. Tutti questi appuntamenti potranno influire sull’andamento di breve termine del cambio euro dollaro.

Dagli USA, invece, attenzione alle vendite al dettaglio e alle proiezioni del FOMC, che anticiperanno la conferenza stampa della Federal Reserve.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli