Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.139,53
    +287,96 (+1,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Euro scivola sotto $1,17, acquisti sul dollaro dopo annuncio Bce per timore COVID-19

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Euro in deciso ribasso dopo l'annuncio della Bce di Christine Lagarde, che ha deciso di lasciare fermi i tassi di riferimento. Il rapporto EUR/USD arretra di oltre -0,40%, a $1,1695. Il calo dell'euro si spiega soprattutto con l'avversione al rischio, che porta gli investitori a privilegiare il biglietto verde, in quanto visto come asset rifugio. Anche la sterlina perde terreno sul dollaro in modo significativo, scendendo dello 0,32% a $1,2941. L'euro scende anche nei confronti dello yen, cedendo lo 0,36% a JPY 122,10. In particolare, la Bce ha annunciato che il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali e i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale sono stati lasciati fermi rispettivamente allo 0,00%, 0,25% e -0,50%. Il Consiglio direttivo ha precisato che i tassi chiave rimarranno ai livelli attuali o inferiori fino a quando non avrà visto le prospettive di inflazione "convergere in modo robusto a un livello sufficientemente vicino, ma inferiore, al 2% entro il suo orizzonte di proiezione". La Bce ha reso noto che "il Consiglio direttivo ricalibrerà i suoi strumenti, in maniera appropriata, per rispondere alla situazione in evoluzione e per garantire che le condizioni di finanziamento rimangano favorevoli per sostenere la ripresa economica e contrastare l’impatto negativo della pandemia sull'inflazione".