Italia Markets closed

In Europa mercato immobiliare in salute, Italia resta indietro -7-

Red/Rar

Milano, 13 set. (askanews) - Il fatturato complessivo del mercato italiano nel 2019 dovrebbe essere di circa 129,4 miliardi, con una crescita del 3,8% sul 2018. E' l'effetto di un aumento dei volumi scambiati in quasi tutti i mercati, ma ovunque con quotazioni stabili o in ribasso. Per l'anno prossimo la previsione è di un ulteriore +2,2%, inferiore alla media europea.

Nel settore residenziale continua la crescita degli acquisti, 670mila compravendite nel 2019, +9,8% rispetto al 2018, e 700mila nel 2020, con un +4,5 rispetto al 2019. Le quotazioni rimangono stabili nell'anno in corso, ma con cali ancora nelle periferie e nei semicentri meno attrattivi dei capoluoghi italiani. Solo nel 2020 si aspetta una lieve ripresa delle quotazioni attorno all'uno per cento (media tra il prodotto nuovo che cresce di circa il due per cento e l'usato dove prevale ancora il segno negativo).

Il fatturato spinto dalle compravendite crescenti aumenta per l'anno in corso con un +3,1% rispetto al 2018 (per circa 96 miliardi a fine 2019), e ancora nel 2020, con un +2,2%, arrivando a 98,1 miliardi di euro alla fine prossimo anno. La domanda immobiliare, anche se in progressivo aumento, è per il 60% caratterizzata dal "miglioramento abitativo", per un 20% da necessità o passaggio dalla locazione. Mentre per quasi il venti per cento è determinata da investimento, per sé o per i figli.