FTSE MIB
21.794,05
+118,30
0,55%
Genera grafico per FTSEMIB.MI
ALL-SHARE
23.201,70
+83,98
0,36%
ITLMS.MI
Ftse 100
6.692,86
+18,12
0,27%
^FTSE
Dax
9.529,88
-14,31
0,15%
^GDAXI
Dow Jones
16.532,48
+30,83
0,19%
^DJI
S&P 500
1.881,92
+6,53
0,35%
^GSPC
Nikkei 225
14.404,99
-141,28
0,97%
^N225
Euro-Dollaro
1,3828
0,001
0,08%
Genera grafico per EURUSD=X
Euro-Sterlina
0,8232
0,0003
0,03%
EURGBP=X
Euro-Franc...
1,2192
0,0017
0,14%
EURCHF=X
Dollaro-St...
0,5953
0,0006
0,11%
USDGBP=X
Euro-Yen
141,4950
0,1879
0,13%
EURJPY=X
Euro-Yuan
8,6412
0,0218
0,25%
EURCNY=X
Euro-Rublo
49,4235
0,0688
0,14%
EURRUB=X
Petrolio gr.
101,94
0,50
0,49%
Genera grafico per CLM14.NYM
Gas naturale
4,73
0,00
0,02%
NGK14.NYM
Oro
1.287,90
+3,30
0,26%
GCM14.CMX
Argento
19,62
0,18
0,94%
SIK14.CMX
Rame
3,12
0,07
+2,14%
HGK14.CMX
Grano
700,75
+18,00
+2,64%
WN14.CBT
Mais
512,25
+2,75
0,54%
CN14.CBT
 

L'Europa vuole tagliare ottanta miliardi

Tagli per oltre 80 miliardi. La bozza di bilancio pluriennale Ue 2014-2020 presentata dal presidente permanente del Consiglio, Herman Van Rompuy, prevede un taglio di 80,737 miliardi di euro rispetto ai 1.091,5 della proposta della Commissione Ue. La presidenza cipriota aveva suggerito un taglio da 50 miliardi. Ma la bozza presentata da Van Rompuy è andata oltre, scatenando tutte le reazioni del caso.

Toccati tutti i capitoli di spesa, nell’ordine: meno 29,499 miliardi di euro per i fondi strutturali (compresi quelli per le regioni) e in generale per la politica di coesione (proposta originale 339 miliardi), meno 21,1 miliardi per l’agricoltura (proposta originale 385,5 miliardi). Da rivedere anche i finanziamenti alle regioni svantaggiate (156 miliardi), a quelle di transizione (29,1 miliardi) e a quelle più sviluppate (47,5 miliardi).

Immediata la reazione negativa dell’Italia. L’ambasciatore italiano presso l’Ue, Ferdinando Nelli Feroci, parla di “un passo indietro” che “invece di avvicinare le posizioni, le allontana”. La proposta di Van Rompuy “non è un contributo positivo a un compromesso nel quale tutti possano riconoscersi” e, promette l’ambasciatore Feroci, che “sarà valutata al massimo livello politico”. I punti critici sono “la riduzione della considerazione del fattore di prosperità nazionale per l’allocazione delle risorse da destinare alle regioni più povere”, continua Ferdinando Nelli Feroci, e “la permanenza dei rebate – ossia il rimborso per lo squilibrio tra ciò che si mette sul piatto dell’Ue e ciò che dall’Ue si riceve indietro in termini di economici e di benefici – per Germania (2,8 miliardi per sette anni), Paesi Bassi (1,1 miliardi) e Svezia (325 milioni, giudicati addirittura “una provocazione” dal governo di Stoccolma).

I tagli proposti non vanno giù neanche a Parigi che per voce del suo ministro per gli Affari europei, Bernard Cazeneuve, fa sapere subito che “non accetta la riduzione dei crediti della Politica agricola comune (Pac)”, proposta da Van Rompuy. “Non accettiamo le proposte che ci sono state fatte di diminuire di 25 miliardi la Pac”, aggiunge il ministro in un intervento all’Assemblea nazionale.

C’è anche chi è contrario per ragioni opposte alla bozza di tagli. La Svezia ritiene che la sforbiciata da 80 miliardi “non è sufficiente”, secondo il ministro agli Affari europei Birgitta Ohlsson, che ha invitato a rivedere l’intervento sulle spese agricole.

“I tagli proposti sono molto preoccupanti per la politica agricola comune”, è il commento di Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo del Parlamento europeo. “Una proposta inaccettabile – precisa – sotto il profilo delle risorse e rispetto alla quale il Parlamento europeo farà una battaglia dura, ma anche una proposta dalla quale è possibile rilevare una profonda innovazione in termini di contenuti, che ribalta, almeno parzialmente, le intenzioni della Commissione”.

Nei giorni scorsi, il premier Mario Monti, incontrando a Roma David Cameron, aveva parlato di un’Italia a sostegno “di un budget orientato al futuro, ma siamo meno convinti di una consistente riduzione del bilancio Ue, proprio in un’ottica di efficienza”. A pensarla in maniera opposta, invece, è proprio il primo ministro inglese, David Cameron, secondo cui “l’Europa deve imparare a vivere con i propri mezzi”. Insomma, alla Gran Bretagna una riduzione di finanziamenti non può che far piacere, anzi, Londra si aspettava che il taglio arrivasse fino a 200 miliardi.

Anche la Germania accoglierebbe di buon grado un abbassamento delle sovvenzioni Ue. Van Rompuy, infatti, deve cercare di avvicinare le posizioni della Commissione e del Parlamento europeo (sostenute da una maggiorana di Paesi membri) con le richieste tedesche, di riduzioni per 130 miliardi, che si aggiungono a quelle britanniche. Adesso la palla passa ai vari Paesi. Inizieranno le negoziazioni per arrivare ai tavoli dove saranno prese le decisioni. Ma circa 80 miliardi di differenza tra quello che la Commissione chiede e quello che gli Stati membri (il Consiglio) sono disposti a dare, considerando che l’Ue non dispone di risorse proprie, non sono certo un buon punto di partenza. Pia Ahrenkilde-Hansen, la portavoce ufficiale della Commissione, ha detto che “le somme proposte nel progetto iniziale sono necessarie per finanziare le politiche comunitarie che servono a promuovere crescita e occupazione nell’Ue”.


Discesa da 3 a 5 barre
Qui di seguito tratteremo un pattern elaborato da Oliver Velez e Frank Capra, autori di Master Trader, che reputo uno tra i migliori libri tradotti in italiano sulle tecniche di trading...
Come usare la
Andrews' Pitchfork

La Andrews’ Pitchfork prende
il nome dal suo ideatore, Alan Andrews che ha messo a punto questo strumento per identificare
gli obiettivi di prezzo e calcolare
la velocità con la quale tali obiettivi possono essere raggiunti...
Un setup completo di ingresso con la Barra di Esaurimento
Uno dei miei pattern preferiti
di inversione è senz’altro quella
che definisco come “Barra di Esaurimento” che per brevità
d’ora innanzi indicheremo con
la sigla “BE”...


UNA PAROLA AL GIORNO


Rialzista
Sai che cosa si indica con questo termine nel linguaggio finanziario e borsistico? Scoprilo subito!


Le ultime notizie

  • Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare
    Fiscal Cliff, corsa contro il tempo Yahoo! Finanza - ven 28 dic 2012 18:35 CET

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa … Continua »Fiscal Cliff, corsa contro il tempo

    Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa sempre più minaccioso anche perché, ad oggi, il presidente Barack Obama e il Congresso (a maggioranza repubblicana) non hanno trovato nessun accordo.

  • Barack Obama torna alla Casa Bianca
    Stati Uniti, minaccia fiscal cliff Yahoo! Finanza - ven 21 dic 2012 14:42 CET

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti … Continua »Stati Uniti, minaccia fiscal cliff

    Barack Obama torna alla Casa Bianca

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti necessari. Il “piano B” di Boehner prevedeva un aumento delle tasse solo per chi guadagna oltre un milione di dollari.

  • Europa, ora il debito tedesco fa paura Yahoo! Finanza - mer 19 dic 2012 16:26 CET

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della … Continua »Europa, ora il debito tedesco fa paura

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della spesa previdenziale e sanitaria di uno Stato sempre più vecchio. Il Rischio è che il debito non scenderà sotto il 60% del Pil prima del 2030. Uno smacco …

  • La mossa di Mario Draghi
    Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT Yahoo! Finanza - ven 14 dic 2012 14:52 CET

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore … Continua »Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT

    La mossa di Mario Draghi

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore della Banca Centrale Europea.

  • Che Mario Monti non sia Lohengrin?
    Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare … Yahoo! Finanza - mer 12 dic 2012 17:04 CET

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che … Continua »Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare …

    Che Mario Monti non sia Lohengrin?

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che aveva già avviato, come quella del riordino delle Provincie o la delega fiscale.