Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.735,81
    +525,77 (+1,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Eurozona, import 11 mesi (+19,9%) cresce più dell’export (+14%)

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 gen. (askanews) - Le esportazioni dei Paesi dell'area euro continuano a crescere meno delle importazioni, soprattutto con la Cina, e in questo modo il surplus di bilancio continua ad assottigliarsi. A novembre l'export ha raggiunto 225,1 miliardi di euro, il 14,5% in più di un anno prima (posto che il paragone con i dati del 2020 risente dei crolli di attività causati dai lockdown anti Covid). Le importazioni nell'area valutaria sono invece cresciute del 32% a 226,6 miliardi. E ne è così risultato perfino un deficit commerciale, un passivo da 1,5 miliardi di euro, secondo i dati diffusi da Eurostat, a fronte dell'avanzo da 25 miliardi nel novembre del 2020.

Sui primi 11 mesi dell'anno l'export dell'area euro è salito del 14% a 2.215 miliardi, le importazioni invece del 19,9% a 2.081,4 miliardi e in questo modo il surplus è calato a 133,5 miliardi, a fronte di un avanzo da 205,6 miliardi dun anno prima.

Con la Cina l'export di Eurolandia è salito dell'11,4% a 203,8 miliardi in 11 mesi, mentre le importazioni sono cresciute di quasi il doppio con un più 20,1% a 421,8 miliardi e il disavanzo commerciale verso il Dragone si è così fortemente allargato, a 218 miliard a fronte di 168,4 miliardi del 2020.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli