Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.487,27
    +1.062,66 (+2,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Eurozona: Pil I trimestre in calo dello 0,6%, meno peggio del previsto

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

L'economia dell'Eurozona fatica ancora nella ripresa. Il Prodotto interno lordo (Pil) della zona euro ha segnato nel primo trimestre dell'anno, secondo la lettura preliminare dell'Eurostat, una flessione dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Questo calo fa seguito al -0,7% del quarto trimestre del 2020. Un dato che si confronta con un balzo del +6,4% del Pil degli Stati Uniti, dimostrando la divergenza della ripresa economica in atto. Tuttavia, la contrazione è meno peggio del previsto. Gli analisti infatti si aspettavano un Pil dell'Eurozona in ribasso dello 0,8%. Secondo la direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo, la ripresa nel Vecchio continente è attesa cominciare nel trimestre in corso anche se acquisterà maggiore forza e diffusione solamente dai mesi estivi.