Italia markets close in 1 hour 22 minutes
  • FTSE MIB

    26.849,31
    +43,12 (+0,16%)
     
  • Dow Jones

    35.656,99
    +166,30 (+0,47%)
     
  • Nasdaq

    15.353,33
    +117,49 (+0,77%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    82,45
    -0,21 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    52.836,03
    +1.882,56 (+3,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.484,62
    +65,25 (+4,60%)
     
  • Oro

    1.805,30
    +6,50 (+0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,1675
    +0,0069 (+0,60%)
     
  • S&P 500

    4.580,43
    +28,75 (+0,63%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.223,64
    +2,76 (+0,07%)
     
  • EUR/GBP

    0,8463
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0667
    +0,0019 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4416
    +0,0076 (+0,53%)
     

Export distretti balza del 27,6% nel primo semestre, Nord-est sprint

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 ott. (askanews) - Nel primo semestre 2021, grazie al forte rimbalzo del secondo trimestre, l'export dei distretti industriali italiani ha registrato un deciso aumento del 27,6% (a prezzi correnti) rispetto agli stessi mesi del 2020, fortemente penalizzati dal lockdown, consentendo a tutti i territori di recuperare quanto perso nel 2020. Anche il confronto con il 2019 evidenzia un progresso dello 0,7% (pari a 474 milioni di euro) e il raggiungimento di nuovi livelli record a quota 64,6 miliardi. E' quanto emerge dal Monitor dei Distretti Industriali della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, sottolineando come se nella crisi del 2009 furono necessari nove trimestri per torna sui livelli del 2007-2008, quest'anno sono bastati solo due trimestri.

Il recupero è diffuso a tutti i territori: su un totale di 158 distretti monitorati, 101 nel secondo trimestre sono oltre i livelli del 2019. Tra i settori distrettuali più dinamici, gli elettrodomestici (+29% la variazione rispetto ai primi sei mesi del 2019), la metallurgia (+22,2%, spinta anche dall'aumento dei prezzi alla produzione) e l'agroalimentare (+14,9%). Molto positiva anche la performance della filiera delle costruzioni e del sistema casa, con in testa i distretti specializzati in mobili (+8,2%) e prodotti e materiali da costruzione (+6,7%), che hanno battuto la concorrenza tedesca (+6,3% e -0,8%). Sempre nel confronto con i primi sei mesi del 2019, ha chiuso in lieve aumento l'export di "altri prodotti intermedi" (+4,5%) e prodotti in metallo (+2,1%), mentre la meccanica ha registrato un calo lieve (-1,6%) e comunque inferiore ai competitor tedeschi (-3%). Segnali di recupero emergono anche per il Sistema moda che mostra un rimbalzo rispetto al 2020 (soprattutto per i beni di consumo, in progresso del +38,4%), ma è ancora in forte ritardo rispetto al 2019 nel comparto degli intermedi (-29,3%).

A livello territoriale spicca l'accelerazione delle esportazioni distrettuali del Nord-Est (+4,2% la variazione rispetto al primo semestre 2019), dove si sono messi in evidenza il Friuli-Venezia Giulia per dinamica (+15,6%) e l'Emilia-Romagna e il Veneto per aumento dei valori esportati (+443,7 milioni e +324,9 milioni rispettivamente).

Germania, Cina, Stati Uniti e Irlanda (spinta dall'apertura di un'unità logistica a Dublino da parte del principale operatore del distretto orafo di Valenza) sono i mercati in cui l'export dei distretti ha registrato la crescita maggiore in valore.

Nel dettaglio, i distretto dei Metalli di Brescia è primo nella classifica per crescita in valore dell'export, con +438 milioni di euro tra il primo semestre e lo stesso periodo del 2019. Seguono i distretti degli elettrodomestici di Inox valley (+236,5 mln) e delle piastrelle di Sassuolo (+168,8 mln). I migliori distretti per dinamica, invece, vedono al primo posto i mobili imbottiti di Forlì (+55,7 sul primo semestre 2019), seguiti dalle mele del Trentino (+54,7%) e dalla nocciola e frutta piemontese (+45,1%).

L'oreficeria di Valenza è invece il distretto più in difficoltà, con un -396,5 milioni di euro tra i primi sei mesi del 2021 e quelli del 2019.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli