Facebook, cifre da capogiro per la conversione delle azioni interne

Dipendenti e dirigenti del social network di Mark Zuckerberg passano all’incasso dopo aver investito alle origini del progetto

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
FB58,940,78

Quattro anni di duro lavoro, ma per i massimi dirigenti di Facebook, e non solo, è giunta l’ora di monetizzare la scommessa fatta agli albori del progetto. Il mercato azionario è pronto a recepire un cumulo di azioni disponibili alla vendita, grazie alla conversione delle azioni vincolate, o rsu (restricted stock units), detenute dalla maggior parte del suo personale, compresi, ovviamente, i massimi dirigenti della piattaforma. Che adesso, con precisi limiti, possono trasformare parte delle stesse in azioni ordinarie negoziabili, che possono essere vendute.

Facebook ha convertito le “rsu” e ne ha trattenuto il 45% per pagare le imposte sui redditi dei lavoratori. La conversione riguarda 225 milioni di azioni, al prezzo di 23,21 dollari [guarda il cambio in euro]. La maturazione delle stesse ha determinato un indennizzo immediato di pagamento dal valore di 5 miliardi di dollari per i dipendenti che hanno messo piede in azienda prima del 2011, di cui 2,3 miliardi sono però bloccati. Chi ha guadagnato più soldi da questa conversione? La zarina di Menlo Park, Sheryl Sandberg, chief operations officer della compagnia, dalla conversione di 34 milioni di azioni ottiene 790 milioni. Delle sue azioni a disposizione, 15 milioni sono bloccate; le azioni restanti (18 milioni) possono essere vendute sul mercato ordinario.

Seguono a ruota David Ebersman, chief financial officer della società, le cui azioni, 4,2 milioni, convertite valgono 97 milioni di dollari; Theodore Ullyot, general counsel, che dalla conversione di 2,5 milioni guadagna 58 milioni di dollari, e detiene 1,4 milioni di azioni da immettere sul mercato; David Fischer, vice president del marketing con 1,1 milioni di azioni dal valore di 26 milioni di dollari. Fischer può vendere 568.282 azioni.

La lista continua ma la morale non cambia: gli “alti papaveri” possono passare all’incasso, anche se al momento nessuno di questi senior executive ha annunciato alcun piano di vendita. Il valore di mercato di Facebook adesso è più grande di quanto molti analisti si aspettavano. La maturazione di tutte le azioni vincolate ha fatto lievitare significativamente il valore complessivo della società. Facebook ha in circolazione  circa 2,5 miliardi di azioni. Con un valore di 22 dollari ad azione, vale quindi 55 miliardi di dollari.

Scienziati scoprono Facebook, prima community di cervelli italiani Roma, 26 ott. (Adnkronos Salute) –  Scienziati italiani su Facebook per far conoscere e promuovere la buona scienza