Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.364,50
    +99,13 (+0,29%)
     
  • Nasdaq

    13.855,13
    +86,21 (+0,63%)
     
  • Nikkei 225

    27.588,37
    +66,11 (+0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,1325
    -0,0030 (-0,26%)
     
  • BTC-EUR

    32.652,94
    +1.293,13 (+4,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    841,17
    +30,57 (+3,77%)
     
  • HANG SENG

    24.656,46
    -309,09 (-1,24%)
     
  • S&P 500

    4.410,13
    +12,19 (+0,28%)
     

Fallito attentato commesso ai danni del presidente Erdogan: i dettagli

·1 minuto per la lettura
Turchia attentato Erdogan
Turchia attentato Erdogan

L’obiettivo era quello di portare il caos. Sono queste le prime parole pronunciate da Akp che, a caldo, ha commentato l’attentato commesso ai danni del presidente Erdogan, poi sventato. Stando a quanto appreso il presidente turco si trovava a Siirt dove aveva avuto luogo un comizio. Fonti dell’intelligence hanno fatto sapere ad Adnkronos che sotto una delle auto della polizia era stata posizionata una bomba, poi disinnescata poco prima che potesse salire sul palco.

Turchia attentato Erdogan, la dinamica

L’ordigno era stato dunque posizionato sotto uno dei veicoli della polizia che aveva il compito di scortare il presidente Erdogan nella città di Siirt. A scoprire l’esplosivo sarebbero stati due poliziotti. Ad ogni modo, ci sarebbe difficile ipotizzare quanto direttamente sarebbe stato colpito Erdogan proprio a causa del posiziomento dell’ordigno.

Turchia attentato Erdogan, le indagini

Nel frattempo sono state aperte delle indagini al fine di identificare i responsabili. Gli inquirenti starebbero analizzando la presenza di impronte digitali. Ad ogni modo i media locali rendono noto che non sarebbe stato arrestato alcun sospetto.

Turchia attentato Erdogan, il Paese sta affrontando una crisi monetaria

Intanto il Paese sta affrontando una grave crisi monetaria con la lira turca che solo nell’ultimo mese ha perso il 30% del suo valore. “Se Dio vuole, stabilizzeremo tutte le oscillazioni dei prezzi e dei tassi di cambio in un tempo breve”, ha affermato Erdogan a tal proposito.

Ha quindi aggiunto: “Non scenderò mai a compromessi su questo perché i tassi di interesse sono una malattia che rende i ricchi ancora più ricchi e i poveri ancora più poveri”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli