Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.984,61
    -811,61 (-1,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Famiglie italiane caute: 2021 inizia con calo finanziamenti, giù anche richieste mutui e surroghe

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

Dopo le flessioni che hanno caratterizzato il 2020, il nuovo anno si è aperto con una contrazione del numero di richieste di finanziamenti da parte delle famiglie italiane (vere e proprie istruttorie formali contribuite sul Sistema di Informazioni Creditizie gestito da Crif). Nel dettaglio, la componente dei mutui immobiliari ha registrato un -6,6% malgrado la vivacità delle surroghe, mentre i prestiti nel complesso hanno evidenziato un calo del 13,1% rispetto al corrispondente mese del 2020. Secondo il barometro Crif, le famiglie stanno adottando un atteggiamento estremamente prudente, rinviando i propri progetti di spesa e riducendo di conseguenza anche la propensione a richiedere un finanziamento: a gennaio le richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi si caratterizzano infatti per una flessione dell'1,4% rispetto al corrispondente mese del 2020, a fronte del ben più marcato -27,1% fatto segnare dai prestiti personali. Un’ulteriore evidenza che emerge dallo studio di Crif riguarda l’importo medio dei finanziamenti richiesti, che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati nel primo mese dell’anno si è attestato a 9.431 Euro, sostanzialmente invariato rispetto al valore del gennaio 2020.