Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.884,13
    +873,20 (+3,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1943
    +0,0019 (+0,16%)
     
  • BTC-EUR

    27.501,64
    -85,14 (-0,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    780,85
    -13,48 (-1,70%)
     
  • HANG SENG

    28.309,76
    -179,24 (-0,63%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Fara (Eurispes), "ricostruire Italia, non campare su lascito generazioni precedenti"

·1 minuto per la lettura

"Dobbiamo smetterla di campare sul lascito delle generazioni precedenti. Dobbiamo pensare a rimettere in moto i cantieri e i meccanismo di ammodernamento". Ad affermarlo è il presidente di Eurispes Gian Maria Fara nel corso della presentazione del Rapporto Italia 2021. "Serve una ricostruzione in termini fisici. I nostri padri in cinque anni sono riusciti a costruire Milano Napoli. Le generazioni successive non sono riuscite a completare in cinquanta anni la Salerno Reggio Calabria", continua Fara. "Anche la Pa deve svecchiarsi con giovani che siano all'altezza della sfida tecnologico. A chi obietta che le pensioni costano troppo occorre replicare che la crisi demografica costa ancora di più. La denatalità incide pesantemente sul Pil. Non si può, con tutta franchezza, pensare di costruire il futuro con i vecchi. La nostra generazione deve accompagnare i giovani ma non possono sostituirsi", sottolinea Fara.

"Negli ultimi 20 - 30 anni sono scomparsi i grandi centri di ricerca che avevano dato contributi sul fronte della progettazione. Ci auspichiamo che la mano pubblica intervenga per rimettere in moto il settore", rileva Fara: "un paese di 60 milioni di abitanti non può permettersi questa assenza. La varietà serve per confrontarsi e per crescere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli