Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.712,48
    -249,38 (-0,78%)
     
  • Nasdaq

    13.358,74
    -239,23 (-1,76%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2226
    +0,0058 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    41.761,76
    +1.044,12 (+2,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.021,71
    +27,05 (+2,72%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • S&P 500

    3.878,56
    -46,87 (-1,19%)
     

Faro Antitrust su mascherine U-Mask, ispezioni con Gdf

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 feb. (askanews) - Faro Antitrust sulle mascherine U-Mask. Secondo l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, le attività di promozione e di vendita delle mascherine U-Mask, verrebbero svolte con "modalità ingannevoli e aggressive, sfruttando indebitamente la situazione di emergenza sanitaria in corso per indurre il consumatore a comprare a prezzi elevati il prodotto reclamizzato".

I claim con cui le società enfatizzerebbero l'efficacia, in termini di prevenzione, delle mascherine in questione, scrive l'Antitrust, "appaiono in grado di ingannare i consumatori, inducendoli all'acquisto di un prodotto privo delle caratteristiche e della capacità filtrante pubblicizzata, con conseguente potenziale pericolo per la salute".

L'Authority, si legge in una nota, ha dunque avviato un procedimento istruttorio nei confronti delle società U-Earth Biotech Ltd. e Pure Air Zone Italy S.r.l. e il 15 febbraio "ha condotto ispezioni" nelle sedi delle due aziende "avvalendosi della collaborazione dei militari della Guardia di Finanza".

"Al prodotto U-Mask - si spiega nella nota - da un lato è attribuita un'efficacia protettiva (per singolo filtro) di 200 ore di utilizzo effettivo o di un anno, che non sarebbe debitamente comprovata; dall'altro, questo tipo di mascherina sarebbe impropriamente comparato con dispositivi di protezione individuale (Dpi) rispetto ai quali, secondo la presentazione sul sito web, 'U-Mask ha un'efficienza superiore, paragonabile a un FFP3'. Invece U-Mask non è certificata come Dpi ma risulta registrata presso il ministero della Salute come dispositivo medico di 'classe I'".

Vengono inoltre contestate altre "omissioni e ambiguità" nelle informazioni presenti sul sito in relazione al diritto di recesso, al foro del consumatore, alla garanzia legale di conformità e al meccanismo extra-giudiziale di reclamo e ricorso.

Vista "l'attualità della questione e la gravità della condotta, l'Autorità ha contestualmente avviato un subprocedimento cautelare, volto a verificare la sussistenza dei presupposti per la sospensione provvisoria di tale pratica, assegnando alle società un breve termine per la risposta", conclude l'Antitrust.