Italia Markets open in 3 hrs 24 mins

Fase risk-off: quali pericoli per il Ftse Mib? Titoli buy e sell

Davide Pantaleo
 

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando a risalire la china dopo il nuovo test dei minimi dell'anno la scorsa settimana. Il recupero in atto potrà avere un seguito nel breve?

Dopo il recupero di ieri, in scia all'accordo tra UE ed Italia sulla manovra finanziaria, tornano nuovamente a soffrire i principali mercati azionari che pagano pegno al nuovo rialzo dei tassi d'interesse della FED.

Quest'ultima ha messo in un angolo gli avvertimenti del presidente Trump e in più ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita economica statunitense.

Tutto ciò ha avuto un impatto sui listini americani che sono scesi sui minimi degli ultimi 15 mesi, mentre sono tornati gli acquisti sulle obbligazioni, con i rendimenti del T Bond sui minimi degli ultimi 9 mesi.

Sul mercato delle valute recupera terreno l'EURO che nei confronti del DOLLARO ha riconquistato dapprima la soglia degli 1.14 e ora sta provando a riposizionarsi sopra area 1,145, con prossimi target sulle forti resistenze posizionate nei pressi degli 1.15.

Sul mercato delle MATERIE PRIME prosegue il trend ribasissta del PETROLIO, le cui quotazioni sembrano destinate a scivolare verso i minimi del 2017 in area 42 dollari al barile.

Nonostante alcuni rimbalzi, non cambia al momento il trend sul nostro indice principale, i cui prezzi non riescono a mantenersi sopra le prime resistenze posizionate sulla soglia dei 19mila punti.

Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve solo con il recupero di questi livelli si potrebbe avere un primo segnale di positività, con target sui 19.350 punti in primis e in seguito in area 19.600.

In caso contrario, rimarranno sempre alte le possibilità di un ritorno del FTSE Mib sui minimi del 2018 posti in area 18.400.

Vorresti diventare un bravo trader come Pietro Origlia?

Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com

Tra i bancari ieri Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) ha mostrato più forza di Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) a differenza di quanto accaduto di recente. Qual è la sua view su questi due titoli?

Trend ancora ribassista per UNICREDIT, le cui quotazioni rimangono sempre vicine ai minimi di periodo posti sui 10.30 euro.

Discorso quasi simile per INTESA SANPAOLO che con conferme sotto la soglia dei 2 euro potrebbe andare a rivedere i minimi del 2018 in area 1,85 euro.

STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie) e Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) ieri non hanno partecipato al rimbalzo di Piazza Affari, scendendo in controtendenza. Cosa può dirci di questi due titoli?

La debolezza del settore TECH continua ad incidere sul titolo STM che solo con la tenuta degli 11,8 euro eviterebbe una prosecuzione delle vendite.

Trend di breve ribasissta anche per TELECOM ITALIA che solo con il ritorno oltre area 0,58-0,585 euro, dove troviamo le prime resistenze di breve, invierebbe un segnale di acquisto.

Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) ieri ha continuato a perdere terreno, mentre si è mosso in positivo FinecoBank (MDD: FBK.MDD - notizie) . Cosa si aspetta nel breve per entrambi?

La rottura dei supporti posti in area 10,3 euro ha peggiorato la situazione grafica del titolo AZIMUT, per il quale le attese sono per una prosecuzione delle vendite verso la soglia dei 9,5 euro.

Tendenza discendente anche per FINECOBANK che sotto la soglia dei 9 euro proseguirebbe la debolezza in direzione degli 8,5 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase di mercato e a quali consiglia di guardare ora?

Tra i titoli interessanti segnalo GEFRAN (Milano: GE.MI - notizie) oltre i 7,10-7,15 euro, FALCK RENEWABLES (Londra: 0NXV.L - notizie) con la tenuta dei 2,4 euro ed infine il settore utility su cui si potrebbero sfruttare le prese di beneficio di breve periodo.

Buon trading a tutti

Per consultare le PERFORMANCE dei nostri PORTAFOGLI clicca qui

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online