Italia markets open in 2 hours 36 minutes
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,94 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,38 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,71
    -886,63 (-3,00%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    45.635,22
    -3.465,82 (-7,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.460,46
    -100,83 (-6,46%)
     
  • HANG SENG

    27.982,21
    -613,45 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     

Fca, Fim-Cisl: bene conferma degli investimenti, ora si acceleri

Prs/Glv
·1 minuto per la lettura

Torino, 26 ott. (askanews) - È "positivo" che Fca abbia confermato i 5,5 miliardi di investimenti sull'Italia, "ma ora auspichiamo con forza un'accelerazione, perchè il lockdown si è tradotto in un rallentamento di due mesi nella partita degli investimenti". Parola del segretario nazionale della Fim-Cisl, Ferdinando Uliano, a Torino per illustrare il report al terzo trimestre 2020 delle produzioni e della situazione occupazionale negli stabilimenti italiani del gruppo Fiat Chrysler. "La 500 elettrica a Mirafiori - secondo il sindacalista - è certamente un primo passo, l'altro è stato la Jeep Compass a Melfi. Ma mancano alcune produzioni, come le trasformazioni sull'ibrido, che ci auguriamo vengano lanciate nel 2021. Mi riferisco alla Grecale Maserati a Cassino, per esempio, e alla produzione del suv Tonale Alfa a Pomigliano d'Arco". "È importante - ha aggiunto Uliano - che si faccia in fretta, perchè all'orizzonte c'è una partita enorme, la fusione con Psa e il nuovo gruppo Stellantis, che crea aspettative positive ma anche preoccupazioni. È fondamentale che si metta in sicurezza il piano vecchio e gli stabilimenti italiani, per poi aprire la discussione col nuovo gruppo. Il tema è la garanzia delle prospettive industriali degli stabilimenti italiani, anche alla luce delle incognite sull'accelerazione della fase di ibridazione delle auto e della partita della guida autonoma che sta coinvolgendo il settore".