Italia markets close in 7 hours 5 minutes
  • FTSE MIB

    18.752,49
    -192,65 (-1,02%)
     
  • Dow Jones

    27.685,38
    -650,19 (-2,29%)
     
  • Nasdaq

    11.358,94
    -189,34 (-1,64%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    38,72
    +0,16 (+0,41%)
     
  • BTC-EUR

    11.104,47
    +3,17 (+0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,95
    -2,46 (-0,93%)
     
  • Oro

    1.900,70
    -5,00 (-0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,1813
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    3.400,97
    -64,42 (-1,86%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.075,07
    -30,18 (-0,97%)
     
  • EUR/GBP

    0,9071
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0728
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5574
    -0,0019 (-0,12%)
     

Fca, Uilm: Cicconi in cda Stellantis non rappresenta lavoratori

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 set. (askanews) - La nomina di Fiona Cicconi come rappresentante dei lavoratori nel cda di Stellantis è "una scelta compiuta autonomamente da parte aziendale e non è in alcun modo espressione dei lavoratori". Lo afferma Gianluca Ficco, segretario nazionale della Uilm responsabile del settore auto, dopo che "Fca ci ha informato di aver scelto Fiona Cicconi, manager italo-inglese attualmente Chro di AstraZeneca, come componente del futuro cda di Stellantis in 'rappresentanza' del personale". "Si tratta - secondo il sindacalista - di un'occasione persa, giacchè l'idea di avere un componente del cda di Stellantis rappresentate dei lavoratori era stata stata avanzata proprio da Fca, sebbene in risposta al fatto che questo già avviene in Psa, e sarebbe stata in sintonia con quel tipo di relazioni sindacali partecipative che anche in Italia stiamo costruendo". "Chiediamo a Fca - aggiunge Ficco - di incontrare quanto prima Fiona Cicconi, per capire come intende svolgere il suo ruolo. Quanto meno le chiederemo di farsi a sua volta promotrice di una procedura di consultazione che permetta in futuro di avere davvero un rappresentante in cda espressione dei lavoratori".