Italia markets close in 18 minutes
  • FTSE MIB

    24.393,00
    +231,62 (+0,96%)
     
  • Dow Jones

    34.077,78
    -59,53 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    13.975,74
    +25,52 (+0,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.188,17
    +679,62 (+2,38%)
     
  • Petrolio

    61,62
    +0,27 (+0,44%)
     
  • BTC-EUR

    45.432,76
    -1.058,96 (-2,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.278,75
    +35,69 (+2,87%)
     
  • Oro

    1.784,40
    -8,70 (-0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,2026
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • S&P 500

    4.173,04
    -0,38 (-0,01%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    +133,42 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.013,87
    +37,46 (+0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8685
    +0,0046 (+0,53%)
     
  • EUR/CHF

    1,1031
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,5013
    -0,0028 (-0,19%)
     

A febbraio in Italia auto ibride ed elettriche più vendute di quelle a benzina

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
A febbraio in Italia auto ibride ed elettriche più vendute di quelle a benzina
A febbraio in Italia auto ibride ed elettriche più vendute di quelle a benzina

Crollo delle vendite in Europa causa pandemia (-20,3%). In Italia la contrazione più contenuta (-12,3%), con le auto elettrificate che superano per la prima volta quelle alimentate a benzina

Il mercato dell’auto è rallentato della pandemia. Crollano le vendite in Europa (-20,3% a febbraio) ma le auto elettriche vanno più veloci di quelle a benzina. Lo scorso mese, infatti, si registra il sorpasso storico della quota di auto elettrificate (34,8%) sulla quota a benzina (33%).

PESANO LE MISURE RESTRITTIVE

“Le misure restrittive dovute alla terza ondata pandemica e l’incertezza del quadro economico continuano a pesare sul mercato dell’auto europeo che, dopo un’apertura dell’anno in pesante ribasso (-25,7%), conferma un trend negativo anche a febbraio (-20,3%), il peggior febbraio in termini di volumi dal 2013”, commenta Paolo Scudieri, presidente dell’Anfia, l’associazione italiana della filiera automobilistica che precisa come in Italia si sia registrata, però, la contrazione più contenuta (-12,3%).

IL SORPASSO DELLE ELETTRIFICATE

Il dato che balza agli occhi è senza dubbio la crescita delle immatricolazioni delle auto ibride ed elettriche che raggiunge quota 34,8%, superando la quota di auto a benzina che si ferma al 33%. In negativo tutti i cinque maggiori mercati, incluso il Regno Unito, che complessivamente pesano per il 68,2% del totale immatricolato e risultano in calo più della media del mercato (-22,2%).

CAMPAGNA VACCINALE IN RITARDO

“In vari Paesi - continua Scudieri - i bassi volumi di immatricolazioni hanno toccato livelli record anche considerando che la campagna vaccinale non è ancora in una fase sufficientemente avanzata per sospendere le limitazioni alla mobilità delle persone e le restrizioni vigenti per le attività commerciali, compresi i concessionari in alcuni Paesi come UK”.

IN ATTESA DEL RECOVERY PLAN

L’auspicio di Scudieri è che la definizione del Pnrr, il piano di riprese e resilienza, all’esame al Senato, possa garantire presto “la messa in atto di un vero piano automotive per il Paese, indispensabile per affrontare la transizione della filiera verso l’elettrificazione della mobilità e per sostenere gli investimenti delle imprese nelle nuove tecnologie della green mobility e del veicolo”.

VOLKSWAGEN PUNTA SULL’ELETTRICO

Il gruppo Stellantis ha immatricolato a febbraio il 22,4% di veicoli in meno rispetto allo stesso mese del 2020. Volkswagen, che a febbraio ha registrato un calo del 19% delle immatricolazioni, punta decisa sull’elettrico, annunciando un programma per la costruzione di 6 Gigafactory per la costruzione di batterie. E prevede che il 50% delle sue vendite europee proverrà da auto elettrificate, completamente elettriche o ibride, entro il 2030.