FED e Cina restano al centro delle attenzioni

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ABB26,130,170
AGL.MI7,140,02
UCG.MI6,600,09

Una situazione sempre di elevate incertezze, in mezzo a DATI economici deludenti. Ieri ad esempio, il settore manifatturiero in EU è tornato a calare, imprevisto, a segnare un rallentamento della fase di ripresa. In calo per FF, GER. e indice fiducia consumatori e industriali in ITL in calo marcato, oltre attese. Ma i mercati, in ottimismo dalla apertura sulla scia del DATO manifatturiero della CINA, e dalla uscita di ESP di ieri dalla recessione, e del leggero calo disoccupazione, non hanno subito molto per le delusioni. Questo conferma anche che tutto quanto di negativo è già largamente nelle teste degli operatori, e che le speranze restano ancora ben ancorate. Le Banche Centrali e vari Governi proseguono nel dare sostegno verbale, tramite INTERVENTI di varia natura. In CINA la banca centrale prevede un ulteriore aumento del valore YUAN per l’anno prossimo del 2.5/3.0pc. in ISR il ministro finanze dichiara di desiderare un indebolimento dello SHEKEL. Le BANCHE e il settore finanziario in generale, sono nel focus, visto che da inizio novembre saranno nella fase di analisi della ECB, di studio dei loro bilanci, di rinnovati stress-tests. Oggi e domani è in corso un SUMMIT a Bruxelles. Dagli USA il dato della disoccupazione settimanale, in calo, ma meno delle previsioni. La bilancia commerciale ha segnato un leggero rialzo del deficit, con anche un leggero calo delle esportazioni. TASSI invariati per SEK, NKR, come da previsioni, che danno tono alle loro valute. Restano robusti i valori rifugio/diversificazione, quali CHF/cross, ORO. E ancora in calo YIELDS, eccetto periferici EU, con rialzo rinnovato dello SPREAD. Per il momento, come sottolineato, resta predominante la speculazione che la FED USA mantenga la sua politica monetaria super accomodante per lungo tempo, e che dall’EU ci siano miglioramenti dei fondamentali, vedi ESP, e un ottimismo generato dai buoni dati CINA. Si sta pure valutando i danni lasciati dal recente shutdown e dalle tensioni POLITICA USA. Il mercato prevede un taglio della crescita trimestrale di 0.25pc, e di una perdita di 120k posti lavoro. Con questo il DOLL resta debole, al suo minimo da novembre 2011 con l’EURO che se ne avvantaggia, gli INDICI restano “dopati” dalle ampie politiche monetarie e indifferenti dai fondamentali. La liquidità nei portafogli è elevata, ed è sempre in cerca di un rendimento, ma pure di maggiore qualità. Nelle ultime settimane anche grazie agli UTILI societari, nella media sopra le aspettative, positivi. EMERGENTI sempre sotto tono. In CINA yields in ulteriore rialzo, borsa sotto pressione. Calo marcato del NIKKEI, deboli RUPIA india.

Dati economici: PC mercato 3trim vendite -20pc in EU, Asia, Africa – PETROLIO India prevede acqu per doll 2bln per ricostituire riserve – EU PMi composito ott 51.5 da 52.2. PMi 51.3 da 51.1. servzi 50.9 da 52.2. repo 0.2250 – UK Produz auto sett ampio rialzo – CH CS utili raddoppiati, meno del previsto, ulteriori licenziamenti e riorganizzazione trading-rischi. ABB (NYSE: ABB - notizie) utili rialzo oltre attese – GER Daimler utili sopra prev. PMI ott 51.5 da 51.1, servizi 52.3 da 53.7, composito 52.6 da 53.2 – FF PMI composito 50.1 da 50.5, serv 50.2 da 51, PMI 49.4 da 49.8. Renault vendite sotto stime – ITL btp/bund 235. Yield 10anni 4.15. fiducia consumatori ott 97.3 da 100,8, industriali 67 da 70 di aprile. Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) -11.0pc. Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) -6.5. Salari medi sett 0.0 e +1.4anno – ESP Santander utili 3trim -5.6pc. disocc 3trim 26pc da 26.3 – SEK tassi inv 1,0pc. Ppi sett +0.7 e -1.1anno. Ericcson post dati -3.0pc – NKR tassi inv 1.5pc. inflazione sotto attese – USA Ford utili oltre stime. ColgatePalmolive stabili, nel prev. 3M utili in rialzo. DowChem utili sotto target. Xerox utili e fatturato in calo oltre attese, stime tagliate. Disocc settimanale 350k -3.3pc da rivisto 362k. Bilancia comm -38.8bln da -38.6bln rivista da -39.1bln. export -0.1pc. fiducia investitori min 8mesi -36.1 da -34.1 – BRL IMF prev crescita 2013 +2.5pc e 2014 +3.2pc. disocc settembre 5.4 da 5.3pc – PHIL tassi inv 3.5pc, gdp supera 7pc - JPN cpi core +0.7pc anno inv. Salari medi -0.6pc.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.524,27 0,14% 19:26 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati