Italia markets open in 1 hour 22 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1939
    +0,0020 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    15.032,23
    -55,34 (-0,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    349,95
    -20,57 (-5,55%)
     
  • HANG SENG

    26.717,08
    +47,33 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Fed resta ferma sui tassi, ma è sempre pronta a offrire sostegno

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

La Federal Reserve (Fed) ha lasciato la politica monetaria e le sue comunicazioni invariate, mentre è ancora in corso il conteggio dei voti delle presidenziali statunitensi. Nel dettaglio, il Fomc, il braccio operativo della Fed, ha votato all'unanimità per mantenere il tasso di interesse sui Fed funds in un intervallo target compreso tra 0 e 0,25% e manterrà l'acquisto di obbligazioni "almeno al ritmo attuale". La Federal Reserve si è inoltre impegnata a utilizzare la sua gamma completa di strumenti per sostenere l'economia statunitense promuovendo in tal modo i suoi obiettivi di massima occupazione e stabilità dei prezzi. Nel comunicato ufficiale la Fed sottolinea che "la pandemia Covid-19 sta causando enormi difficoltà" e sebbene "l'attività economica e l'occupazione abbiano continuato a riprendersi ma rimangono ben al di sotto dei livelli di inizio anno" "Sono pronti a offrire maggiore sostegno e potrebbero ancora essere chiamati in causa se eventuali nuove misure di contenimento del Covid-19 pesassero maggiormente sulle prospettive economiche", sottolinea James Knightley, chief international economist di ING, commentando le indicazioni giunte dalla riunione di ieri dell'istituto guidato da Jerome Powell. "Il risultato elettorale non è così netto come suggerito dai sondaggi - aggiunge l'esperto - ma prevediamo comunque che l'anno prossimo ci sarà un pacchetto fiscale superiore a 1 trilione di dollari (equivalente a circa il 5% del PIL)". Per Knightley "questo stimolo, se combinato con un vaccino Covid-19 a lungo atteso, può davvero sollevare l'economia e guidare la crescita. Di conseguenza, rimaniamo ottimisti sulle prospettive per il 2021 e il 2022".