Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.637,71
    +1.331,96 (+2,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Fed, Rosengren: ecco quando sarà il momento di pensare a rialzare i tassi

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

"Credo che manchino due anni rispetto al momento in cui questa domanda diventerà un interrogativo molto più importante da porsi". E' quanto ha detto il presidente della Fed di Boston, Eric Rosegren, in un'intervista rilasciata al Wall Street Journal, riguardo alla domanda su quando la Federal Reserve inizierà a contemplare l'idea di tornare ad aumentare i tassi sui fed funds. "C'è ancora molta debolezza nel mercato del lavoro - ha sottolineato Rosengren - il tasso di partecipazione della forza lavoro è ancora piuttosto basso rispetto al periodo precedente la pandemia, e il tasso di disoccupazione rimane al 6%. Dobbiamo dunque liberarci di questa debolezza, avere una inflazione sostenuta, prima di iniziare a preoccuparci di alzare i tassi". Il banchiere ha confermato inoltre che la Fed accetterebbe un tasso di inflazione superiore al 2% in via temporanea e che,a suo avviso, il tasso di disoccupazione Usa dovrebbe scendere al periodo pre-pandemia Covid-19 nell'arco dei prossimi due anni.