Italia markets close in 3 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    22.666,95
    +16,17 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    +260,07 (+1,97%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • Petrolio

    53,08
    -0,23 (-0,43%)
     
  • BTC-EUR

    26.445,91
    -1.208,20 (-4,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    639,19
    -61,42 (-8,77%)
     
  • Oro

    1.870,50
    +4,00 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,2152
    +0,0037 (+0,30%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.637,76
    +13,72 (+0,38%)
     
  • EUR/GBP

    0,8848
    -0,0018 (-0,20%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5331
    +0,0041 (+0,27%)
     

Federalberghi: bene modifiche alla manovra su Imu e affitti

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 dic. (askanews) - Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, esprime "apprezzamento per l'emendamento che in zona Cesarini ha inserito nella legge di bilancio una misura specifica per le imprese turistico- ricettive, gli stabilimenti termali e gli stabilimenti balneari, offrendo una boccata d'ossigeno in materia di esenzione Imu, credito d'imposta per gli affitti e contributo a fondo perduto".

"Il 24 novembre, in audizione alla Camera - spiega Bocca - Federalberghi aveva chiesto un segnale esplicito proprio sui punti toccati dall'emendamento e ringrazia la commissione bilancio che, con consenso unanime di tutti i gruppi parlamentari, ha fornito risposte concrete".

"Le misure approvate dalla Camera - sostiene il presidente degli albergatori - non sono certamente sufficienti a risolvere tutti i problemi, ma confidiamo che segnino un punto di svolta nelle modalità di gestione della crisi".

"Oggi più che mai - aggiunge Bocca - è necessario dedicare costante attenzione alle esigenze delle imprese. Le strutture ricettive si apprestano ad affrontare un 2021 a dir poco complicato, dopo che il 2020 ha fatto segnare i risultati peggiori della nostra storia, con una perdita di oltre 14 miliardi di euro di fatturato e 243 milioni di presenze".