Italia markets close in 1 hour 15 minutes
  • FTSE MIB

    24.732,32
    +246,31 (+1,01%)
     
  • Dow Jones

    34.287,07
    +265,62 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    13.321,44
    +196,45 (+1,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,46 (+2,32%)
     
  • Petrolio

    65,12
    +1,30 (+2,04%)
     
  • BTC-EUR

    41.778,04
    -369,22 (-0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.413,21
    +54,64 (+4,02%)
     
  • Oro

    1.837,30
    +13,30 (+0,73%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    +0,0063 (+0,52%)
     
  • S&P 500

    4.155,57
    +43,07 (+1,05%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,90 (+1,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.002,12
    +49,67 (+1,26%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0947
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,4679
    -0,0012 (-0,08%)
     

Federica Daga: "Da Grillo parole gravi, io ho denunciato le violenze dopo 6 mesi"

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·2 minuto per la lettura
La deputata Federica Daga durante la conferenza stampa del M5S nella sala stampa della Camera. ANSA/ALESSANDRO DI MEO (Photo: ALESSANDRO DI MEO ANSA)
La deputata Federica Daga durante la conferenza stampa del M5S nella sala stampa della Camera. ANSA/ALESSANDRO DI MEO (Photo: ALESSANDRO DI MEO ANSA)

“Grillo ha fatto un discorso grave che mi ha fatto rivivere tutto il mio dramma”. Federica Daga è una deputata M5S. In un’intervista a Repubblica respinge le parole del Garante M5S, che ieri ha difeso con veemenza il figlio Ciro, accusato di stupro insieme ad altri tre amici, attaccando anche la ragazza che ha denunciato otto giorni dopo il fatto. “Sono stata male, malissimo” dice Daga, “ma come si fa a dire che una violenza non è violenza se viene denunciata otto giorni dopo? Io sono stata massacrata di botte e perseguitata da un uomo che sono riuscita a denunciare soltanto a sei mesi dalla fine di quell’incubo”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Daga racconta il suo dramma personale. “Mi picchiava. Con ferocia. Per quattro volte ho davvero temuto di finire male” , spiega, raccontando di un rapporto durato pochi mesi. “Controllava il mio telefono, il mio computer, i miei spostamenti. Un incubo. E ci sono donne che per anni subiscono queste persecuzioni. Sono riuscita a troncare il rapporto ma non a liberami di lui”. Perché “continuava a cercarmi a minacciarmi. Eppure ci ho messo sei mesi per riuscire a denunciarlo”. Perché “mi vergognavo, mi sentivo sconfitta per essere entrata in relazione con un uomo così, per aver accettato le sue attenzioni. Ero così sconvolta da quella violenza che ho avuto bisogno di mesi per elaborare quello che mi era successo. E avere la forza di denunciare. Per questo trovo incredibile che non si creda a una ragazza che denuncia uno stupro dopo otto giorni”.

La deputata M5S vorrebbe dire a Beppe Grillo che “le donne non si inventano le violenze. Per questo i tempi della querela sono stato allungati. E non bastano otto giorni per superare lo choc di aver subito uno stupro e raccontarlo. Possono servire mesi e mesi, a volte anni”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.